Mistero Ounas: cosa sta succedendo all’algerino?

0
Adam Ounas, Fonte: Wikipedia

Non è stata una Coppa d’Africa indimenticabile per l’Algeria. Le “volpi del deserto” erano freschi vincitori dell’ultima edizione del 2019 e della Coppa araba Fifa: per questo motivo erano ricandidati come favoriti anche per l’edizione attuale . Inserita in un girone non troppo difficile, hanno totalizzato solamente 1 punto (pareggio a reti inviolate contro il Sierra Leone), perdendo poi contro la Guinea Equatoriale e la forte Costa D’avorio. Una nazionale che conta di molti giocatori di un certo calibro: Mahrez, Bennacer, Feghouli, Brahimi, Slimani o Ounas.

Proprio quest’ultimo, essendo stato inserito nella lista dei 23 convocati, non ha totalizzato una sola presenza in competizione, nonostante abbia giocato, e anche bene, nell’amichevole pre-torneo contro il Ghana (segnando anche l’1-0). Il c.t. Belmadi ha rilasciato queste dichiarazioni dopo la partita persa contro la Costa d’Avorio, in merito al mancato impiego del giocatore azzurro:

“C’è il segreto medico ma per Adam Ounas, dopo il Covid, sono necessari approfondimenti cardiaci, c’è una macchina infernale che si avvia. […] Abbiamo visto giocatori come Aubameyang o Lemina del Gabon che hanno abbandonato il torneo per problemi cardiaci. Quindi non potevamo dire tutto, c’erano regolamenti severi. Abbiamo dovuto fare radiografie del torace e tutto ciò che ne è seguito”.

Il giocatore algerino, come riferisce l’edizione odierna de Il Mattino, è attualmente a casa in Francia. Le sue condizioni sono buone dopo la guarigione dal Covid 19, ed attende la visita a Napoli dei medici azzurri  per poter riprendere la preparazione. Le prime indiscrezioni della Gazzetta dello sport, fanno ben sperare: pare si tratti soltanto di una leggera infiammazione, causata direttamente dal virus; con qualche giorno di riposo potrà riassorbirsi senza bisogno di particolari cure.

La speranza del Napoli è di avere disponibile Ounas quanto prima, visto la grande stima che Spalletti ha del funambolo nord-africano. La stagione del classe 96′ fino ad ora è stata  condizionata da continui problemi fisici che gli hanno permesso solo 10 ingressi in campo in Serie A. Quest’ultimo episodio dimostra  la sfortuna non lascia in pace il ragazzo, impedendogli continuità e crescita.