Mobile e Realtà Virtuale, le sfide del gioco per il futuro

0
fonte: google immagini contrassegnate per essere riutilizzate

Anche il mondo del gambling deve cambiare, aggiornarsi e rimanere al passo con in tempi. Ci sono due canali da sfruttare per il domani.

Anche il mondo del gioco deve fare i conti con le sfide per il futuro. Deve cambiare, per restare aggiornato con i tempi e con le esigenze della sua utenza, deve essere capace di cogliere le sfide del domani. I progressi tecnologici che hanno investito il settore dei casinò, delle scommesse, delle slot machine hanno segnato cambiamenti epocali e passi da giganti.


La richiesta più impellente, proveniente sia dalla politica che dai giocatori, è quella relativa alla sicurezza e alla lotta al gioco patologico. Molte VLT, in questo senso, hanno messo in pratica numerose misure di garanzia. Quella più importante l’obbligo di ogni slot VLT di essere collegata ad un modem in modo da monitorare il flusso regolare delle giocate e controllare i tempi, la durata e la spesa del giocatore, così da segnalare comportamenti anomali.

La grande sfida del futuro, però, è senza dubbio quella legata al mobile gaming. Sono infatti i dispositivi mobili ad aver rivoluzionato nella maniera più completa e più profonda il settore del gambling. Stando a quanto si legge nel report “Global Online Gambling and Betting Market”, questo settore raggiungerà e supererà il 40% del mercato totale del gioco d’azzardo già dal prossimo anno, arrivando a valere 100 miliardi di dollari.

La svolta è data soprattutto dalla grande diffusione degli smartphone: accessibili ad un più basso costo, presenti sul mercato globale, facili da usare e intuitivi, hanno colmato il gap generazionale che si era invece fatto registrare con il computer. Stando agli ultimi dati il 90% della popolazione mondiale possiede un cellulare. Un numero clamoroso, che rende possibile fruitore di gioco online più della metà del globo.

I dati confermano la tendenza secondo cui il settore del gioco online continuerà a crescere nei prossimi cinque anni attraverso il crescente uso e diffusione dei dispositivi mobile, grazie anche alla disponibilità e all’ampliamento di reti come 4G, 5G e Wi-Fi.

Strettamente collegata al mobile gaming è la sfida della Virtual Reality, una tecnologia che prevede l’utilizzo di cuffie speciali, occhiali tridimensionali, che creano una dimensione virtuale in cui l’utente può letteralmente tuffarsi. Il primo casinò ad indagare questo segmento è stato SlotsMillion, attraverso una ricerca che ha provato come il 90% degli intervistati riconosca la parola Virtual Reality e il 23% abbia già provato questa tecnologia. Che riscuote successo, ovviamente, nei giocatori di età compresa tra i 18 e 34 anni. I giocatori del domani, insomma, una fetta di popolazione che va costantemente seguita, interrogata e, soprattutto, soddisfatta.