Modena, donna si lancia dal decimo piano con il nipote di cinque anni

Donna suicida nel modenese si è buttata giù dal decimo piano portando con sé il nipote di cinque anni. La mamma del piccolo: "Lo sapevo, era una pazza!"

0
Ambulanza, fonte By Corvettec6r - Own work, Public Domain, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=8983604
Ambulanza, fonte By Corvettec6r - Own work, Public Domain, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=8983604

Due giorni fa si è consumata una tragedia nella città di Modena. Una donna di 47 anni, Silvia Pellacani, ingegnere informatico, si è lanciata dal decimo piano della sua abitazione portando con sé il nipote di cinque anni, il piccolo Giacomo. Entrambi sono deceduti.

Ad accorgersi dell’accaduto sarebbe stato un vicino che ha subito avvertito il 118 e un’inquilina del palazzo. Ad accorrere sul luogo due ambulanze, carabinieri e vigli del fuoco e successivamente anche i genitori del bambino. La madre Manuela sconvolta, secondo la Gazzetta di Modena, ha dichiarato: “Perché lo ha fatto? Perché? Me l’ero immaginato un miliardo di volte che sarebbe successo. Lo sapevo, era una pazza. L’ha buttato giù. Pensa che paura ha avuto il mio bambino”.

Secondo gli inquirenti è quasi certa l’ipotesi del suicidio-omicidio ma non se ne conoscono ancora le cause. Pare che la donna non fosse in terapia e non avesse nessun tipo di problema economico o sociale. Il procuratore Lucia Musti spiega che “non è stato un incidente” aggiungendo che sarà “comunque disposta l’autopsia” sui due corpi. “Si tratta di una tragedia maturata in un ambiente sociale e culturale medio-alto, non degradato. Nulla ci induce a pensare a condizioni precarie di salute. Cercheremo comunque di capire per chiudere in maniera completa la vicenda” conclude Musti.