Moggi: “Nel 2003 Cristiano Ronaldo fu ad un passo dalla Juventus, oggi sarebbe ancora in bianconero”

0
Cristiano Ronaldo, fonte Flickr
Cristiano Ronaldo, fonte Flickr

Clamorosa rivelazione di mercato riportata stamani da Tuttosport, Cristiano Rolando era ad un passo dal diventare un giocatore della Juventus nel lontano 2003. A svelare il retroscena è Alessandro Moggi, uno dei soci fondatori della Gea, società di procuratori molto famosa in Italia e all’esteroNel 2003 Mendes cercò di piazzare un giovanissimo Cristiano Ronaldo nel campionato italiano, considerato il migliore all’epoca:

Lo offrimmo al Parma e alla Lazio, ma in entrambi i casi fu snobbato. Il talento era indiscutibile, ma era troppo giovane, evidentemente non si fidavano. La Juventus invece lo vuole: non ha dubbi. E i dirigenti bianconeri ci spediscono a Lisbona, insieme a Mendes, per chiudere in tempi brevi la trattativa con lo Sporting. L’idea era quella di organizzare lo scambio con Marcelo Salas di cui volevano disfarsi”. Nell’attesa del “si” definitivo di Salas l’improvviso inserimento del Manchester United di Ferguson fece saltare tutto. Gli inglesi misero sul piatto 12,2 milioni di sterline e Ronaldo volò in Premier. “Ci ho pensato milioni di volte a quei due giorni a Lisbona. Sì, poteva cambiare un pochino la storia del calcio europeo con il passaggio di Cristiano alla Juventus. E da come me lo descrivono, serio e fedele, sono quasi sicuro che oggi sarebbe ancora in bianconero”.