Moggi su Sportitalia: “Caso Agnelli? Tutte le squadre fanno ciò che fa la Juve, accusare i bianconeri fa notizia”

0
Moggi e Ferlaino, fonte Pubblico dominio, https://it.wikipedia.org/w/index.php?curid=4258843
Moggi e Ferlaino, fonte Pubblico dominio, https://it.wikipedia.org/w/index.php?curid=4258843

L’ex dirigente della Juventus Luciano Moggi durante la trasmissione “Calcio € Mercato”, in onda su Sportitalia, si è soffermato sul caso Agnelli e sui presunti rapporti tra la società bianconera e la criminalità organizzata. Ecco un estratto delle sue dichiarazioni:

“Io non ho nemmeno intenzione di entrare nel merito della cosa, ma diciamo che tutte le squadre fanno quello che ha fatto la Juve, concedono biglietti ai tifosi. Se io li ho dati in passato? Certo che li ho dati, tutti li danno. Quando non concedi i biglietti, i tifosi gettano petardi che alla società costano ogni volta 50mila euro, accade che si verifichino invasioni di campo, non ti supportano e danno fastidio. Le società non sono tutelate, perché se fosse così avrebbero dalla loro parte la Federazione, avrebbero una tutela che adesso non hanno. La concessione dei biglietti avviene però entro certi limiti, non li buttano. Agnelli accusato di aver avuto collusioni con la criminalità? Ma voi avete visto che a bordocampo c’è della gente che non ci dovrebbe essere? Alla Juventus queste cose non sono mai accadute. La verità è che accusare la Juve fa notizia. Fa notizia e clamore perché vince sempre e se si può trovare un lato debole, lo si trova. Se prendi un altro club e gli fai lo stesso discorso dei biglietti non se ne accorge nessuno”.