Europa League, piccola grande Molde: la capolista che non ti aspetti

0
La favola Molde incanta in EL
https://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/9/90/MFK-logo.jpg

Molde è una modesta città della fredda Norvegia dalla capienza di ben 26.000 abitanti. E’ denominata ” la città delle rose ” perchè il clima mite permette una crescita delle rose che altri luoghi con simile latitudine non possono vantare. In campo sportivo niente più di questo fiore può rappresentare il momento florido della squadra locale: in Europa League va tutto ” rose e fiori “, come si suol dire, con una qualificazione raggiunta in netto anticipo e con un grande distacco dalle altre che non sono squadre qualsiasi, ossia Celtic, Ajax e Fenerbahce. Chiunque avesse voluto scommettere un euro sulle prime due che avessero passato il girone, certamente non l’ avrebbe puntato sulla squadra norvegese, visto il blasone che caratterizza le restanti. E invece, stasera va di scena all’ Aker Stadion una sfida che, paradossalmente, risulta da dentro o fuori per la squadra ospite, il Fenerbahce che non può permettersi un passo falso se vuole sperare nel secondo posto. Perchè il primo è saldamente tra le mani del Molde e nessuno glielo toglierà. Uno degli artefici di questa sorpresa dell’ EL è certamente il bomber Mohamed Elyounoussi, che ha realizzato 3 reti nei 4 incontri disputati finora. Dal 21 ottobre scorso, è inoltre tornato a sedersi sulla panchina nelle vesti di coach Ole Gunnar Solskjaer che ha preso il posto dell’ esonerato Erling Moe. L’ ex stella del Manchester United targato anni ’90, aveva già guidato la squadra a partire dal 2010, finendo il proprio ciclo nel 2014; 4 anni arricchiti da 3 campionati vinti ( 2011-2012-2014 ) e 2 coppe nazionali ( 2013-2014 ). Da un mese è tornato per guidare la squadra verso traguardi impensabili, a partire dal passaggio alla fase successiva dopo un cammino eccellente nel girone A di Europa League. Un cammino che nemmeno il più ottimista dei tifosi avrebbe potuto mai immaginare.