Morso Suzuki: Vinales e Aleix dominano le FP3, 3° Lorenzo

0

La Suzuki morde, Lorenzo lo sa bene. Il maiorchino si è subito lanciato in pista intimidendo i rivali imponendo il suo passo gara, al momento il più pericoloso, mostrando che per la gara di domani è praticamente pronto. Il pilota spagnolo ha emulato il tempo di ieri di Aleix Espargarò, salendo al comando grazie al secondo tempo siglato che è migliore di quello del pilota Suzuki. La prima metà della sessione, oltre al brivido di “SuperLorenzo” ha visto la brutta caduta di Laverty che fortunatamente non ha riportato alcun danno fisico. Brivido anche per Rossi che si è visto scalzare dalla decima posizione da Hernandez, l’ultima valida per accedere di diritto alle Q2. Il vero spettacolo però è andato in scena nell’ultima metà di stagione, specialmente negli ultimi dieci minuti dove i piloti hanno divorato l’asfalto. Grazie alla gomma soft, che Vinales ha imparato ad usare nei mesi, il giovane rookie è balzato in quarta posizione iniziando a preparare l’attacco alla leadership di Lorenzo.

Rossi si è prefissato l’obiettivo di raggiungere la top10 ma Iannone, Pol Espargarò ed Hernandez non gli hanno reso l’impresa facile e anche le Honda non sono riuscite ad essere incisive come ieri; cosa che invece sono state in grado di fare le Ducati, specialmente don Dovizioso, forte di un ottimo terzo tempo.

Gli ultimi quattro minuti sono stati il delirio assoluto dove Vinales ha abbattuto il crono di Lorenzo, costringendo il maiorchino a sopportare la pressione del morso Suzuki, Rossi è precipitato addirittura in quattordicesima posizione e all’ultimo minuto sono arrivate le due zampate finali: Aleix Espargarò secondo e Rossi settimo.

FP3 estremamente movimentate e ricche di colpi di scena quelle di questa mattina per la MotoGP con la Suzuki che impone il suo dominio mentre Yamaha recupera terreno nei confronti delle Honda che vede Pedrosa costretto a passare in Q1 come Iannone.