MotoGP, Valentino Rossi: l’ultimo ostacolo è la commissione medica del circuito di Aragon!

0
fonte foto: Instagram

Chi se lo sarebbe aspettato che il campione italiano di MotoGP Valentino Rossi, a meno di quattro settimane dal doppio infortunio alla tibia e perone (in seguito ad una caduta durante un allenamento sui motocross) potesse riprendersi a tempo di record per tentare di esserci al prossimo Gran Premio di Aragona (in programma questo week end).  Ma in effetti è così: infatti il 9 volte campione del Mondo rischia di partecipare alla gara sul tracciato spagnolo per provar a “strappare” punti preziosi ai vari Marquez e Dovizioso (entrambi in testa alla classifica a 199 punti) per tenere ancora vive le speranze di vincere il suo 10° titolo Mondiale. Ma prima il “dottore” dovrà ricevere l’ok dal responsabile medico del circuito spagnolo, anche se molto probabilmente anche lui parteciperà al GP di Aragona. Quindi a questo punto il pilota pesarese “soffia” riducendo in polvere la bella opportunità che si stava venendo a creare per l’olandese Van der Mark, pilota 24enne che attualmente milita in Superbike, che però fu scelto lo scorso 11 settembre dalla stessa scuderia che ha sede a Gerno di Lesmo attraverso il portavoce dalla Yamaha per sostituire proprio il primo pilota della scuderia giapponese. Pazienza, vuol dire che la sua chance arriverà in un’altra occasione…

Ritornando a Rossi, oggi pomeriggio lo stesso parteciperà (insieme ai vari Marquez, Dovizioso, Vinales e Petrucci) alla classica conferenza stampa di apertura di ogni Gran Premio dove per l’occasione annuncerà ufficialmente la sua presenza o meno alla 14^ tappa del campionato Mondiale di MotoGP. Lui ci spera vivamente “Alla fine ho deciso di partire per Aragon e cercherò di guidare la mia M1 questo weekend. Se sarò dichiarato idoneo a correre avrò la vera risposta dopo la prima sessione di libere, perché guidare la M1 sarà una sfida molto più grande” ma a decidere, come ha sottolineato attraverso il comunicato apparso sul sito ufficiale della Yamaha, sarà la commissione medica responsabile del circuito spagnolo. Ma male che vada, a quel punto la scuderia del “sol levante” schiererebbe lo stesso Van der Mark che quindi farebbe coppia con lo spagnolo. Quindi non resta altro che aspettare le prossime ore e giorni per venire a sapere se tutto quello “sforzo” fatto dal dottore, dato che per essere presente in Spagna nei giorni scorsi (lunedì e martedì) ha girato in sella ad una motocicletta di strada che però per prestazioni e simile alla motocicletta ufficiale che la Yamaha usa per partecipare a questa edizione del Motomondiale, gli consentirà di partecipare alla gara di domenica per tenere vive ancora le speranze di competere per il titolo ancora fino alla fine.