Nainggolan a tutto tondo: “Rapporto speciale con la Sud. Ecco cosa penso della Juve”

0

Radja Nainggolan si racconta. Il centrocampista della Roma si è calato ormai da tempo nella mentalità giallorossa e rappresenta uno dei perni fondamentali del centrocampo di Garcia. Quando manca la sua grinta e la sua foga agonistica, la squadra ne risente. E così ha parlato ai microfoni di RomaTV, rivelando come potrà essere la stagione della Roma a confronto con la Juve“La vittoria con la Juve è stata fondamentale. Penso che siamo arrivati ai loro livelli, forse anche oltre. Vincere con la Juve è sempre bello. Questa vittoria ci ha dimostrato che sul campo siamo forti e che possiamo vincere anche contro le grandi. Questo fa capire che ci siamo anche noi e spero di far meglio della scorsa stagione in termini di continuità e spero di esserci anche a fine campionato. Arrivare a Roma è stato un sogno, sono arrivato con entusiasmo e ho trovato una famiglia che mi ha accolto molto bene. Sono felice di essere qui. L’esordio è stato il giorno dopo il mio arrivo, in Coppa Italia. E’ stata un’emozione grande perché non mi aspettavo di giocare subito. Vincemmo 2-0, il primo giorno non ero neanche convocato e la mattina dopo il mister mi dice che non dovevo allenarmi perché avrei giocato subito la sera in caso di transfert immediato. E così è stato. Ero emozionato per il primo gol con la Roma, ma mi emozionai di più per la qualificazione in Champions. Non potevamo iniziare meglio. Abbiamo un girone alla nostra portata, vogliamo passare e poi vediamo come va. Garcia è un grande allenatore. Sabatini mi vuole bene. Per me i tifosi sono importanti, in casa si sentono. Nonostante qualche battibecco ho un rapporto speciale con loro. Spero ci stiano accanto anche nei momenti difficili. Speriamo di vincere qualcosa. Aspettano da tanto e quest’anno ce la possiamo fare”. E’ l’anno della Roma: parola di Radja Nainggolan.