Napoli, 20enne investita attraversando un passaggio a livello

0

Il passaggio a livello era chiuso. Ma loro non se ne sono preoccupati. Raffaella Ascione, 20 anni, con altre due sue amiche ha deciso lo stesso di attraversare i binari nella stazione di Casalnuovo. In quel momento, però, arriva un treno. Raffaella viene  trascinata e perde inevitabilmente la vita. Anche le altre due ragazze vengono colpite da un treno, loro, però, riescono a salvarsi.

l passaggio a livello in questione è praticamente attiguo alla stazione. Secondo quanto ricostruito finora, le tre ragazze stavano attraversando i binari dopo aver oltrepassato le barriere in prossimità del retro di un altro convoglio fermo in stazione, proprio mentre sopraggiungeva il treno Italo che le ha investite.

Probabilmente è stata la distrazione a giocare un brutto scherzo alle tre ragazze: avevano pensato che non passasse nessun treno, che in quei pochi secondi non accadesse niente. E invece Raffella ha perso la vita. Nella sfortuna, però, le due sue amiche sono state più fortunate: una è rimasta ferita e l’altra illesa. Sul posto sono accorsi in tanti. Alcuni hanno ricordato quando 20 anni fa altri due giovani morirono su quello stesso passaggio a livello. Anche loro travolti da un convoglio ferroviario.

Dopo l’ennesima tragedia, adesso c’è chi chiede di abolire i passaggi a livello sui binari ferroviari. «Chiederemo a Rfi – ha fatto sapere il sindaco di Casalnuovo, Mario Pelliccia – di accelerare ancor di più la realizzazione dei progetti della nuova tratta dell’Alta velocità, perché è impossibile che abbiano una previsione di realizzazione che ci porta al 2025-2030».

Della stessa idea è anche il presidente Codacons, Carlo Rienzi, il quale ha sottolineato che incidenti di questo tipo «stanno pericolosamente aumentando, al punto da poter parlare di passaggi a livello ‘killer’». «Solo nel 2015 – ha specificato il presidente- si sono registrate 89 vittime sui binari per incidenti analoghi, con una abnorme crescita del +11% rispetto all’anno precedente. I passaggi a livello sono troppo pericolosi e vanno sostituiti con sottopassaggi o sopraelevate perché è assurdo consentire l’attraversamento dei pedoni laddove circolano treni ad alta velocità, e l’Autorità Nazionale per la sicurezza ferroviaria deve intervenire immediatamente obbligando i gestori delle ferrovie a realizzare passaggi alternativi».