Napoli, a gennaio almeno tre cessioni: in bilancio incidono per oltre 12 mln di euro con il loro stipendio

0

In casa Napoli si pensa già al prossimo calciomercato invernale. La società partenopea, infatti, deve chiudere alcune operazioni che non è riuscito a definire durante le ultime ore di mercato, soprattutto per quanto riguarda le cessioni.

Ci sono alcuni giocatori, infatti, che quasi vivono da separati in casa, su tutti Arek Milik, il quale è destinato a restare in tribuna fino al termine della stagione nonostante uno stipendio da 2.5 mln di €.

Il dirigente partenopeo Cristiano Giuntoli, comunque, cercherà di cedere alcuni ‘pezzi grossi’ per quanto riguarda lo stipendio, ovvero Fernando Llorente e Diego Demme.

Entrambi, infatti, incidono per oltre 5 milioni per la società partenopea. I loro ingaggi, infatti, risultano particolarmente onerosi soprattutto per il ruolo marginale che hanno adesso in rosa.

Aurelio De Laurentiis aveva incaricato i dirigenti partenopei di cederli già durante il mercato estivo. Tuttavia, Cristiano Giuntoli non è riuscito a piazzarli un po’ per le perplessità dei calciatori e un po’ per le difficoltà dei club interessati nel pagare uno stipendio oneroso. Considerando le agevolazioni dovute al “Decreto Crescita“, la SSC Napoli ha risparmiato qualcosa sullo stipendio dei calciatori, ma a lordo incidono per oltre 12 mln di €.