Napoli, al San Giovanni zucchero e Nutella per attirare insetti

Come dichiara Giuseppe Lucantonio in un fascicolo, si tratterebbe di sabotaggio con l'intento di destabilizzare l'ospedale.

0
fonte foto: pixabay

L’ospedale San Giovanni in Bosco di Napoli è nuovamente nell’occhio del ciclone a causa dell’ondata di insetti che ha provocato indignazione in questi mesi.

Nella relazione consegnata ultimamente alla Procura di Napoli è saltata fuori una verità fuori dal comune. Gli specialisti della ditta Epm hanno trovato pacchi di zucchero e barattoli di Nutella, marmellate e bevande dolci aperte, rovesciate e lasciate gocciolare sugli armadietti del personale.

Gli specialisti, inoltre, hanno chiarito la vicenda: “Abbiamo riscontrato che il controllo accessi risulta non sorvegliato e quindi non gestito con regolarità, con un via vai di utenti a tutte le ore, anche di notte”. Per questo, chiunque avrebbe potuto mettere in atto un piano del genere.

Il pool dell’aggiunto Giuseppe Lucantonio ha dichiarato nel fascicolo inerente all’inchiesta di essersi trovato davanti a un tentativo di sabotaggio con l’intento di destabilizzare il precario equilibrio dell’ospedale. Questi alimenti sarebbero stati rovesciati con lo scopo di attirare gli insetti. Questa strategia ha ottenuto effetti devastanti, come per esempio la rimozione del direttore Mario Forlenza, la chiusura dei bar e il parcheggio gestito dagli abusivi.