Napoli, Ancelotti deluso dal comportamento di Gattuso: il retroscena

0
Carlo Ancelotti| Fonte Google immagini: contrassegnate per essere riutilizzate

Il Corriere dello Sport, nell’edizione odierna, ha analizzato l’avvicendamento nella panchina azzurra tra Carlo Ancelotti e Gennaro Gattuso. Le scelte di Aurelio De Laurentiis hanno portato a questo scenario che ha visto l’allievo a subentrare al proprio maestro. Una situazione dai tratti surreali che ha trovato emozioni contrastanti da ambedue le parti.

Secondo il giornale italiano infatti Ancelotti sarebbe rimasto amareggiato dal comportamento del suo successore. Il tecnico di Reggiolo ha vissuto tantissimi momenti indelebili insieme a Gattuso, soprattutto ai tempi del Milan, quando l’attuale tecnico calabrese era pedina insostituibile nel centrocampo rossonero.

Il rapporto tra i due è poi continuato, tanto che quando Gattuso ha intrapreso la carriera da allenatore non ha esitato un momento a chiedere consigli ad Ancelotti. Re Carlo è divenuto così un vero e proprio mentore per Ringhio, una guida sicura con cui confrontarsi nei momenti di difficoltà.

Ecco che alla luce di tutto ciò Carlo Ancelotti è rimasto amareggiato dal comportamento di Gennaro Gattuso, dal quale si sarebbe aspettato quantomeno una chiamata. Invece, nonostante da domenica scorsa entrambi gli allenatori fossero consapevoli della situazione, l’incontro tra i due è avvenuto solo domenica a esonero avvenuto.

Se da parte dell’esperto Ancelotti si è respirata amarezza infatti, dall’altra parte Gattuso ha provato imbarazzo per una situazione che tempo addietro non si sarebbe neanche potuto immaginare. Subentrare proprio al suo maestro alla guida tecnica del Napoli non è una cosa che accade tutti i giorni. Probabilmente Ringhio non era pronto a questo scenario e lo ha vissuto in maniera molto incerta riguardo al da farsi. Una sorta di “parricidio” non premeditato.