Napoli, Ancelotti: “Gap colmato, ci proveremo. Vi spiego perché James e Icardi non sono arrivati”

0
Carlo Ancelotti
Carlo Ancelotti| Contrassegnate per essere riutilizzate

Dopo la bella vittoria registrata nella giornata di ieri ai danni del Lecce, Carlo Ancelotti, guida tecnica del Napoli, ha concesso una lunga intervista ai microfoni di Radio Anch’io lo Sport. Ecco quanto dichiarato dall’allenatore.

“Fosse tutto perfetto adesso, in questo momento della stagione, ci sarebbe da preoccuparsi… Si può sempre fare meglio, ma rispetto alle prime due partite dove avevamo subito 7 gol siamo migliorati grazie al lavoro collettivo”.

Dove può arrivare il Napoli? “Chi lo sa… Questa è una squadra che fa bene da tanto tempo, anche se negli anni scorsi è mancato qualcosina per arrivare al primo posto. Questo qualcosina è arrivato da un mercato oculato e noi ci proveremo. Riuscirci non è semplice ma abbiamo la convinzione poterci provare”.

Llorente più funzionale di Icardi? “Non lo so perché Icardi non l’ho mai allenato. Fernando però è un centravanti completo, grazie al fisico può sfruttare le qualità aeree ma è un giocatore di calcio, con qualità. E poi è arrivato a Napoli con entusiasmo, ci sta dando una grossa mano ultimamente”.

Quanto è cresciuta la velocità nel calcio moderno? “E’ un aspetto fondamentale, i tempi per il controllo e per il passaggio diminuiranno sempre di più. E’ il calcio che sta cambiando, c’è più ritmo soprattutto all’estero. Ma non credo che le squadre italiane siano meno allenate. Col Liverpool ci sono stati 14 falli fischiati, la media della Serie A è 29. Dipende dalla velocità e dall’intensità delle partite insomma”.

Lozano e il suo ruolo preferito? “Ribadisco che può giocare in ogni posizione dell’attacco. E’ adattabile perché ha qualità particolari, è rapido e veloce. Può giocare nella posizione di Callejon, ma non con le caratteristiche di Callejon. Va adattato secondo le sue qualità”.

Icardi quanto è stato vicino al Napoli? “Abbiamo valutato tante alternative e una era Icardi. Poi però per arrivare in fondo alle trattative servono tante cose, la volontà di prenderlo da parte del club ma pure la volontà del giocatore di venire. Se una delle due componenti salta la trattativa non va in fondo”.

Perché James non è arrivato? Soddisfatto del mercato del Napoli? “Per James c’era la volontà, ma ci siamo scontrati con la resistenza del Real Madrid. E ora infatti sta giocando con i Blancos, per questo non c’è stata possibilità di prenderlo. In generale è stato un mercato oculato, sono arrivati ottimi giocatori da Di Lorenzo a Manolas, Elmas, Llorente e Lozano”.