Napoli-Atalanta: Callejon chiede spiegazioni, l’arbitro Giacomelli spinge e sgrida: “Non lo fare”

0
Josè Maria Callejon
Fonte foto: Di Save the Dream from Doha, Qatar - Save the Dream at the Supercoppa, CC BY 2.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=53041212

Il big match di questa giornata di Napoli-Atalanta, si è concluso con un pareggio tra le due squadre, un risultato che va bene soprattutto alla squadra bergamasca considerando la trasferta. Gli azzurri di Carlo Ancelotti, però, sono furiosi su quanto successo nel rettangolo verde di gioco.

La squadra, infatti, ha protestato in maniera sonora verso l’arbitro per la decisione di convalidare la rete del 2-2 all’Atalanta. Secondo gli azzurri, infatti, l’azione nasce da un fallo in area di rigore su Llorente, il quale è stato letteralmente abbracciato da un difensore bergamasco.

L’arbitro Giacomelli, però, dopo un consulto con la VAR, ha deciso di non dare alcun rigore al Napoli e convalidare la rete. Tutto il Napoli, allora, ha circondato l’arbitro minacciando di non continuare la partita. A farne le spese è stato Carlo Ancelotti, il quale è stato espulso.

I giocatori del Napoli erano letteralmente furiosi. Subito dopo il goal dell’Atalanta, chi ha chiesto spiegazioni è stato il vice-capitano, José Maria Callejon.

Il giocatore ha chiesto il motivo per cui non è andato a visionare le immagini al VAR, mettendo, come suo classico, le mani dietro la schiena per evitare contatti. L’arbitro Giacomelli, allora, forse in un momento di sbandamento, lo ha sgridato con una evidente spinta: “Non mi devi toccare, non mi devi toccare! Con me non lo puoi fare…“. Quanto successo al San Paolo ieri è davvero imbarazzante e senza dubbio la squadra di Ancelotti è stata danneggiata da questo comportamento poco professionale da parte del direttore di gara.