Napoli-Atalanta, furia per il rigore non concesso: la sentenza di SKY

0
S.S.C._Napoli_logo
Fonte Wikipedia.org

Il big match di questa giornata di Napoli-Atalanta, si è concluso con un pareggio tra le due squadre, un risultato che va bene soprattutto alla squadra bergamasca considerando la trasferta. Gli azzurri di Carlo Ancelotti, però, sono furiosi su quanto successo nel rettangolo verde di gioco.

La squadra, infatti, ha protestato in maniera sonora verso l’arbitro per la decisione di convalidare la rete del 2-2 all’Atalanta. Secondo gli azzurri, infatti, l’azione nasce da un fallo in area di rigore su Llorente, il quale è stato letteralmente abbracciato da un difensore bergamasco.

L’arbitro Giacomelli, però, dopo un consulto con la VAR, ha deciso di non dare alcun rigore al Napoli e convalidare la rete. Tutto il Napoli, allora, ha circondato l’arbitro minacciando di non continuare la partita. A farne le spese è stato Carlo Ancelotti, il quale è stato espulso.

Le immagini, infatti, sembrano dar ragione agli azzurri. Anche SKY, durante la telecronaca, ha confermato l’errore dell’arbitro Giacomelli. Adani, infatti, ha dichiarato: “Non si può difendere così nel calcio, quello su Llorente è calcio di rigore”.

Anche il vice presidente del Napoli, Edo De Laurentiis, non ha resistito e su Facebook ha scritto: “Dopo stasera il calcio è morto!“. Parole eloquenti, le polemiche sono appena iniziate.