martedì, Aprile 16, 2024
HomeSportCalcioNapoli Chievo Le Pagelle

Napoli Chievo Le Pagelle

Reina: 6/5. Mai veramente chiamato in causa. Nel primo tempo buona uscita su Castro, ma niente di più.

Hysaj: 6 in fase difensiva sempre impeccabile e pulito negli interventi. In fase offensiva si propone con continuità, troppo impreciso nei cross.

Albiol: 6/5 un giocatore ritrovato, se il Napoli non prende più gol è anche merito suo.

Koulibaly: 6/5 avrebbe meritato 7, ma l’ennesimo giallo inutile lo penalizza. Se le offensive di Paloschi sono solo verbali il merito è suo. Attenzione a qualche dribling di troppo. Per il resto la consueta ottima prestazione.

Ghoulam: 7 altra prova impeccabile dell’algerino. Sarri gli ha insegnato anche a difendere, gli assist sapeva farli anche prima e non ha perso l’abitudine.

Jorginho: 6/5 ottima prestazione del metronomo italo brasiliano. Conte dovrebbe proprio farci un pensierino.

Allan: 7 il solito lottatore, recupera palloni e si propone in continuazione, crossa e arriva facilmente al tiro, davvero impossibile arginarlo di questi tempi.

Hamsik: 7 Prestazione eccellente. Tanta sostanza prima di tutto, un assist fantastico per Higuaìn. La palla poi finisce sul palo. Sarri lo rigenera e restituisce alla sua squadra un giocatore insostituibile.

David Lopez: 6 entra al posto di Hamsik, aiuta a tenere il risultato al sicuro.

Insigne: 5/5. Il peggiore in una serata comunque positiva. Soffre la marcatura di Cacciatore, prova ad accentrarsi ma senza la consueta ispirazione.

Metens: 5/5 entra al posto di Insigne, solita prova generosa, sfiora il gol, come sempre qualcosa di più di una semplice alternativa, ma da lui i tifosi si aspettano sempre qualcosa di più.

Callejon: 6/5 La cura di coppa funziona. In settimana ha ritrovato il gol, presto arriverà anche in campionato. Per il resto la partita di Verona conferma un Callejon nuovo, meno offensivo, più propenso all’assist, e come sempre utilissimo agli equilibri della squadra.

Higuaìn: 7/5 non solo perché ha fatto gol, ma perché corre, lotta, si mette al servizio dei compagni. Solo un brutto ricordo il campione incompiuto dell’anno scorso, indolente e lamentoso, che faceva di tutto per non nascondere il suo malumore. Se il Napoli vola è anche perché in avanti ha uno dei cinque centravanti più forti al mondo.

Gabbiadini: s.v. Entra al posto di Higuaìn, non ha molto tempo a disposizione, entra a risultato acquisito. Tornerà utile già dalla prossima contro il Palermo.

Sarri: 7. Ormai si fa fatica a trovare le parole per fargli i complimenti. Non sarà bello come Sousa e non sarà elegante come Mancini, ma Sarri dimostra turno dopo turno di conoscere il calcio meglio di molti suoi colleghi europei.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

ULTIMISSIME