Napoli, Conte il preferito da ADL: ingaggio da 8 milioni. Criscitiello avverte: “Non se la sente”

0
Antonio Conte fonte foto: Di Clément Bucco-Lechat - Opera propria, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=45172943
Antonio Conte fonte foto: Di Clément Bucco-Lechat - Opera propria, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=45172943

Il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, è già al lavoro per la prossima stagione. Il rapporto di lavoro con Walter Mazzarri si concluderà il prossimo giugno e la proprietà partenopea cerca il profilo adatto che possa portare il club di nuovo alle prime posizioni del massimo campionato italiano.

Tutti gli indizi portano ad Antonio Conte, con l’ex Juventus che sarebbe il preferito per subentrare a Walter Mazzarri. A svelare le possibili cifre del contratto dell’allenatore è stato Il Mattino, il quale, qualche settimana fa, ha rivelato: Contratto di 3 anni e mezzo, 8 milioni di ingaggio, carta bianca sul mercato (compreso quello di gennaio), L’arrivo nel club di un nuovo ds (Petrachi) e del suo immancabile uomo di fiducia (Oriali). Ma tutto è saltato: Conte ha frenato nonostante l’apertura di De Laurentiis. E chissà se queste sono le premesse per rivedersi a giugno“.

ANTONIO CONTE NUOVO ALLENATORE DEL NAPOLI, CRISCITIELLO FRENA: “NON SE LA SENTE DI SEDERSI SULLA PANCHINA PARTENOPEA”

A smorzare gli entusiasmi di un possibile approdo a Napoli di Conte ci ha pensato il giornalista Michele Criscitiello, il quale ha rilasciato le seguenti dichiarazioni al canale Youtube Controcalcio: “La verità è che Conte ha spalancato le porte al Milan, non se la sente di allenare il Napoli con una piazza con ambizioni come il Milan libera”.

“L’unico non convinto è Furlani e gli incontri nella fine di febbraio inizio marzo entreranno nel vivo, il Milan però si deve muovere. Come abbiamo detto la squadra gli piace e non sono necessari grandi interventi sul mercato. Furlani è una figura forte e deve avere l’ambizione e il coraggio di puntare su Conte”.