Napoli, De Laurentiis verso un netto taglio al monte ingaggi

0
De Laurentiis
Presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis

La pandemia da Covid-19 ha messo in ginocchio l’economia del mondo intero, in qualsiasi ambito e settore. Ovviamente a ciò non poteva sottrarsi il mondo del calcio, con i vari club in giro per il mondo, chi più chi meno, a dover fare i conti con ingenti perdite economiche registratesi sulle proprie entrate.

In merito a tale situazione nelle ultime ore la Gazzetta dello Sport ha provato ad analizzare il progetto Napoli. A capo del club partenopeo infatti vi è un Aurelio De Laurentiis sempre attentissimo sul lato finanziario, dal quale quindi ci si aspetta qualche mossa per compensare le mancate entrate economiche causa Covid-19.

In quel di Castel Volturno inoltre ci si aspetta una mini-rivoluzione tecnica nel calciomercato estivo che verrà. Ecco allora che l’esigenza economica potrebbe unirsi a quella riguardante la rifondazione della rosa: dall’unione di questi due aspetti dovrebbe scaturire un abbastanza ovvio taglio al monte ingaggi.

Evidente dunque che, per raggiungere il proprio obiettivo, De Laurentiis dovrà rinunciare a qualche elemento di spessore della rosa azzurra. L’indiziato numero uno per lasciare Napoli è Kalidou Koulibaly, non a caso il calciatore con l’ingaggio più alta in squadra.

Il monte ingaggi del Napoli era salito vertiginosamente nel corso degli ultimi anni: probabilmente per la prossima stagione dovrà tornare inferiore alla soglia ‘critica’ dei 100 milioni. Ovviamente molto dipenderà anche dalla qualificazione o meno alla prossima Champions League.