Napoli, discussioni tra rivoltosi e conciliatori? ADL potrebbe prendere una decisione

0

In casa Napoli la questione è davvero delicata. Lo spogliatoio azzurro, infatti, non è più coeso e le prestazioni sono visibili chiaramente sul terreno di gioco. Dopo l’ammutinamento post Salisburgo, infatti, i calciatori azzurri si sarebbero rivoltati contro la società, la quale ha comminato pesanti multe a tutti i giocatori.

Da quel momento, la squadra azzurra sarebbe divisa in alcune fazioni: rivoltosi, mediatori, conciliatori e scontenti. Tra i rivoltosi ci sarebbero Lorenzo Insigne, Dries Mertens, Allan, José Maria Callejon e Kalidou Koulibaly. I leader della squadra, infatti, non avrebbero molto gradito le ultime decisioni societarie.

In particolare, nello spogliatoio vi sarebbero state anche delle discussioni tra gli stessi calciatori. Alcuni dei nuovi arrivati, tra cui Meret, Manolas e Di Lorenzo, avrebbero cercato di stemperare gli animi e ritornare sulla retta via. Tuttavia, anche tra loro e i rivoltosi vi sarebbero state delle discussioni non proprio dolci.

I conciliatori avrebbero provato a zittire i rivoltosi chiedendo di smettere di fare discussioni e di pensare solamente al calcio giocato.

Ora, comunque, tra i calciatori le questioni sembrano essere ritornate alla normalità. Non, invece, tra dirigenza, allenatore e squadra. Il tutto potrebbe risolversi nella giornata di mercoledì, quando, Aurelio De Laurentiis, potrebbe esonerare Carlo Ancelotti ed affidare la panchina partenopea a Gennaro Gattuso.