Napoli e i molteplici ‘rifiuti’ a Cavani: la reazione del Matador

0
Edinson Cavani
Fonte foto: Di Ben Sutherland - Flickr: DSC01263, CC BY 2.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=32229812

Tra le pagine più belle della storia del Napoli recente vi è sicuramente Edinson Cavani. Con la maglia azzurra il Matador ha collezionato numeri mostruosi. Arrivato in sordina dal Palermo, l’attaccante uruguaiano ha messo a segno ben 78 reti in 104 presenze totali.

Un bottino incredibile, che è viaggiato in parallelo alla storia d’amore che lega costantemente e indissolubilmente il nome di Cavani a quello del Napoli e dei suoi tifosi ancora oggi. L’addio infatti si è registrato nell’ormai lontano 2013, e non vi è stata una sessione di calciomercato alle pendici del Vesuvio in cui non si vociferasse di un possibile ritorno dell’attuale attaccante del Manchester United.

Ipotesi romantiche di prestiti, fantomatiche apparizioni all’Hotel Vesuvio, case comprate per l’eventuale trasferimento. La narrazione a tal proposito è sempre stata molto fantasiosa. Da dire comunque che un fondo di verità alla base di tutto ciò vi è sempre stato.

Cavani non ha mai nascosto il desiderio di tornare in quel di Napoli, e nel corso degli anni si sono effettivamente presentate parecchie occasioni in cui il club partenopeo avrebbe potuto ri-acquistare il suo ex bomber di razza.

Aurelio De Laurentiis però, anche con dichiarazioni abbastanza plateali, ha sempre rifiutato il ritorno del Matador, per un motivo o per un altro. Nonostante ciò, Edinson Cavani non ha mai minimamente pensato di mancare di rispetto ai tifosi napoletani, continuando a rifiutare qualsiasi proposta proveniente dall’Italia. Insomma, un campione dentro e fuori dal campo.