Napoli e la questione stipendi: ADL sta sfruttando la norma FIGC

0
De Laurentiis
Presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis

Ad un anno esatto dall’ormai famoso ammutinamento del Napoli contro la società nel post Salisburgo, le cose nello spogliatoio azzurro non sembrano andare benissimo. A rendere il clima molto teso tra i giocatori vi è la solita questione stipendi, con parecchie mensilità non ancora saldate.

I calciatori stanno lamentando di non ricevere entrate economiche da luglio. A raccontare bene la situazione ci ha pensato il giornalista RAI Ciro Venerato nella giornata di ieri. Ecco le sue parole rilasciate ai microfoni di Kiss Kiss Napoli.

“Si avverte un po’ di fastidio tra i calciatori ad oggi perché sono successe delle cose che non vanno giù, ma non sono legate alla gara di domenica. Il Napoli non paga gli stipendi da luglio, c’è un po’ di fastidio per questa situazione e la società ha fatto capire che a dicembre li pagherà. La Lega lo acconsente per regolamento relativo al momento Covid.

Comunque, a quanto trapelato nelle ultimissime ore, sembrano esserci all’orizzonte segnali di distensione, con la pratica che potrebbe chiudersi a breve. Come sottolineato anche da Venerato, la società potrebbe saldare i conti entro dicembre, come previsto dalle norme FIGC.

Secondo quanto raccolto dall’edizione odierna de Il Mattino invece, gli stipendi di luglio ed agosto verranno spalmati in percentuale tra le dieci mensilità della stagione 2020/2021, mentre le tre restanti mensilità saranno erogate entro il termine ultimo del 16 febbraio.