Napoli, ecco come Luciano Spalletti ha recuperato Lobotka

0
Lobotka
Fonte foto: Di Harpagornis - Opera propria, CC BY-SA 4.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=77610855

20 milioni di euro. Questa è la cifra che il Napoli ha dovuto sborsare appena 18 mesi fa per assicurarsi dal Celta Vigo le prestazioni sportive di Stanislav Lobotka. Le aspettative all’arrivo del calciatore slovacco erano molto alte, eppure sono state deluse dopo pochissimo tempo.

Dopo qualche esperimento iniziale, Gennaro Gattuso ha pian piano relegato Stanislav Lobotka ai margini del progetto tecnico partenopeo, facendolo scivolare in fondo alle gerarchie del centrocampo. A contribuire all’etichetta di clamoroso flop ha poi contribuito il pessimo stato di forma fisica posseduto dal calciatore slovacco.

Con l’arrivo di Luciano Spalletti però, come scritto nelle ultime ore dalla Repubblica, la musica appare totalmente cambiata. Con l’infortunio di Diego Demme infatti, il tecnico toscano non ci ha pensato due volte a donare le chiavi del centrocampo a Lobotka, affidandogli importanti compiti di costruzione.

Il 4-3-3 delle prime due uscite stagionali del Napoli si è retto proprio sulle abilità del centrocampista slovacco, dimostratosi tra l’altro molto bravo anche in fase di distruzione del gioco avversario. Un giocatore completo dunque, ben lontano da quello opaco mostratosi sotto la guida tecnica di Gennaro Gattuso.

Ma qual è stato il segreto di questo cambiamento? Lobotka non ha dubbi, la fiducia. Negli ultimi giorni infatti il centrocampista del Napoli, interrogato sull’argomento in ritiro con la propria nazionale, ha lanciato qualche frecciatina a Gattuso. Il tecnico ex Napoli è stato accusato dal centrocampista di non averlo mai preso in considerazione. Atteggiamento opposta invece è quello avuto finora da Spalletti.