Napoli, emergenza a centrocampo: Spalletti pensa al 4-4-2

0
Luciano Spalletti, fonte By Photojournalist Roberto Vicario - Photojournalist Roberto Vicario, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=6775761
Luciano Spalletti, fonte By Photojournalist Roberto Vicario - Photojournalist Roberto Vicario, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=6775761

La sconfitta contro l’Inter in casa Napoli ha lasciato delle scorie gravi, non limitate all’occasione sprecata nello scontro diretto. Nel corso del match infatti si sono infortunati Anguissa e Osimhen. Si tratta di due assenze pesantissime che purtroppo condizioneranno le prossime uscite stagionali.

Luciano Spalletti già sta studiando il piano per affrontare al meglio l’emergenza. Oltre al centrocampista e all’attaccante precedentemente citati, rimangono indisponibili anche Politano, Demme, Manolas, Ounas e Zanoli.

Defezioni importanti, capitate tra l’altro in un periodo molto provante per il Napoli. Alle porte vi è la sfida di Europa League contro lo Spartak Mosca. Dopodiché in campionato bisognerà affrontare Lazio, Sassuolo e Atalanta.

Il reparto più toccato dall’emergenza è sicuramente il centrocampo. L’unico mediano vero rimasto per il 4-2-3-1 è infatti Fabian Ruiz. Le strade così diventano approssimativamente due: continuare con lo stesso piano tattico, inserendo nello scacchiere azzurro Stanislav Lobotka, oppure cambiare modulo abbassando Zielinski tra i centrocampisti pure.

La seconda opzione sembra la più percorribile, con un 4-4-2 che Spalletti potrebbe presto proporre. La scelta del modulo potrebbe ben presto essere influenzata comunque da Diego Demme, che alle prese con il Covid-19 non dovrebbe metterci molto a tornare tra i disponibili. Insomma, al momento bisogna provare di limitare i danni il più possibile, considerando che alle porte vi è la tanto temuta Coppa d’Africa.