Napoli, emergenza formiche all’ospedale San Giovanni Bosco

"Il pronto soccorso di accettazione chirurgica è temporaneamente chiuso per emergenza formiche" si legge sul comunicato esposto fuori dall'ospedale.

0
Piazza Trieste e Trento a Napoli. Fonte neapel-stadt.de

L’ospedale San Giovanni Bosco è finito di nuovo nel vortice della malasanità. L’accettazione chirurgica del pronto soccorso è rimasta chiusa più di un’ora ieri mattina a causa delle formiche. Non è la prima volta che accade un episodio del genere; lo scorso 10 novembre scoppiò lo scandalo di una donna intubata ricoperta proprio da questi insetti. Quest’ultima è ancora ricoverata nel suddetto ospedale.

Il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, ha diffuso la notizia e con rammarico ha sottolineato la gravità della situazione. “Non è la prima volta che la presenza di insetti pregiudica l’attività di alcune strutture sanitarie in Campania che devono essere urgentemente riqualificate” commenta Borrelli. “L’attività di bonifica necessaria per ripristinare le condizioni di igiene dovrà essere il primo passo di un lavoro capillare che deve portare ad evitare nuovi casi del genere. Vedere le formiche o altri insetti che si aggirano per le sale, attraversando persino gli scaffali dei medicinali è un affronto ai diritti dei malati” bacchetta il membro della commissione Sanità. “Continueremo quotidianamente a vigilare, quello che è successo oggi deve essere l’ultimo capitolo di una saga fatta di incurie e carenze igieniche inaccettabili. Chi mette piede in un ospedale ha il sacrosanto diritto di ricevere le cure in un ambiente salubre e pulito” conclude.