Napoli-Fereynoord: 3-1 Marika Fruscio dixit

0

Una vittoria tutto sommato semplice per il Napoli che riesce a superare il turno senza troppe fatiche. Dopo qualche minuto di indecisione, il Napoli sale in cattedra e riesce a gestire la gara nel migliore dei modi, con la giusta carica agonistica.

Il Feyenoord è una squadra in difficoltà non solo in Champions ma anche in campionato dove fa fatica a segnare. Gli olandesi fanno fatica ad impostare, soprattutto in mezzo al campo, dove manca Kramer. Il Feyenoord non riesce a trovare punti di riferimento avanti, perciò non risulta pericolosa la fase offensiva. Si aggiunge anche la poca qualità degli interpreti che fanno fatica a gestire bene la palla. Male il palleggio e le intese in campo.

Ma gli errori più clamorosi li fa la difesa. La marcatura a zona degli olandesi permette al Napoli di trovare praterie e libertà di manovra. Niente di più letale per gli ospiti…il Napoli quando trova varchi disponibili è devastante!

Il vantaggio azzurro nasce proprio cosi: Insigne, abile nel rubare la palla agli ospiti, trova il corridoio libero per involarsi a rete. Il destro preciso dai venti metri spiazza Jones. Il vantaggio esalta il Napoli e scoraggia gli olandesi. Hamsik va vicino al goal ma è lento nell’impostare il tiro e gli avversari hanno il tempo di sporcare la manovra dello slovacco. Il Feyenoord è sterile e fa fatica ad avvicinarsi alla porta blindata da Reina, in ottima forma.

RIPRESA:

Il Feyenoord commette gli stessi errori del primo tempo e non da cenni di miglioramento. La scorretta gestione della palla permette al Napoli di raddoppiare dopo pochi minuti. Il retropassaggio azzardato di Dicks è un invito a nozze per Mertens che, libero da marcature, riesce a segnare il suo ottavo goal stagionale.

Il raddoppio consente al Napoli di abbassare i ritmi, gestendo in maniera rilassata il risultato. Sarri alza la linea difensiva, impedendo cosi agli olandesi di ripartire in contropiede. Ma gli ospiti riescono a guadagnare un calcio di rigore per fallo di Ghoulam su Berghuis. Reina è provvidenziale e riesce a negare l’esultanza del goal agli olandesi.Santo per una sera!

Goal sbagliato …goal subito…cosi si dice!! Ci pensa Callejon a triplicare, sfruttando un preciso assist di Mertens. La partita sembra ormai archiviata ma sul finale il Napoli si rilassa troppo con conseguente calo di concentrazione. Ne approfitta il Feyenoord che sfrutta una svista di Maksimovic per siglare il goal della bandiera. Diciamo un caffè offerto dal Napoli ….Una “gentilezza” che Sarri e lo stesso Reina hanno digerito poco.

Ora si pensa al Manchester City.