Napoli-Frosinone 4-0, Ultima di campionato. Marika Fruscio dixit

0
Il Napoli era chiamato a vincere e l’ha fatto. Blinda il secondo posto, risponde alla Roma vincitrice a S.Siro, ed accede alla Champions evitando i duri preliminari.
Higuain è da record e raggiunge quota 36 goal in campionato superando, dopo 66 anni, Nordahl (ex Milan).
Sotto una pioggia incessante il Napoli dà spettacolo. Nella propria arena è sostenuto da milioni di tifosi accorsi da tutta Italia per sostenere la squadra e far festa.
La partita è a senso unico: il Napoli attacca ed il Frosinone si difende, chiuso nella propria area, soprattutto dopo l’espulsione di Gori.
La differenza nei ciociari la fa Zappino che, nel primo tempo, riesce più volte ad essere determinante sulle conclusioni pericolose di Callejon ed Insigne, sfortunato anche nel beccare in pieno la traversa.
Gli ospiti sono in balia di un motivato e galvanizzato Napoli che attacca soprattutto per vie centrali.
Determinante il lavoro di Hamsik che riesce più volte a superare la barricata ciociara e trovare varchi e tagli utili per portare avanti l’azione. Bene le intese con Callejon Insigne. Il capitano riesce inoltre a sbloccare la partita al 44′, servito al bacio da Ghoulam. È questo il suo 100′ goal con la maglia azzurra.
RIPRESA –   È il Napoli ad essere padrone del campo, trascinato da un super Higuain, scatenato.
Il fuoriclasse regala ai propri tifosi una tripletta da sogno e apre la porta alla Champions.
Ben servito da un corale gioco di squadra e forte di un avversario mediocre, il Pipita insacca con maestria e determinazione,  chiudendo la pratica.
Il raddoppio non tarda ad arrivare e l’efficace intesa con super Allan è vincente .
Il 3-0 è invece propiziato da Hysaj dalla destra ed il Pipita nuovamente trafigge Zappino che nulla può.
Il 36′ goal, che arriva poco dopo, è da manuale, stupendo: stop di petto e rovesciata in area. I ragazzi di Stellone, immobili, guardano senza parole l’acrobazia del Pipita… DELIRIO AL S. PAOLO… E’ FESTA CHAMPIONS.