Napoli, Gattuso teme la Dea, con la SPAL largo a chi ha giocato meno

0

Il Napoli si appresta a tornare in campo dopo il 2-0 con cui ha regolato il Verona lo scorso 23 giugno. Una prestazione che è arrivata dopo la vittoria della Coppia Italia e che ha dato continuità ad un gruppo che sembra rinato dalla cura Gattuso. Eppure per il prossimo impegno di campionato contro la SPAL, il mister calabrese svestirà i panni da comandante per calarsi nel ruolo di attento ragioniere schierando contro gli emiliani una formazione ampiamente rimaneggiata.

D’altronde il calendario asfittico del Napoli propone soltanto quattro giorni dopo la maxi sfida contro l’Atalanta, una delle squadre più in forma dell’intera Serie A. Un match che potrà dirla lunga sul prosieguo del campionato di entrambe le formazioni alla ricerca di un posto nella prossima Champions League. Dunque spazio alle seconde linee e a chi è rientrato a pieno regime nelle ultime sessioni di allenamento dopo infortuni più o meno lunghi.

Soprattutto Gattuso è deciso a non voler rischiare chi, tra i titolari, è a rischio squalifica. Una ulteriore ammonizione pregiudicherebbe la presenza dei big nell’incontro contro la Dea e ancor di più contro la Roma nemmeno 72 ore dopo. Un tour de force che il Napoli dovrà affrontare con determinazione e freschezza atletica senza pari. La pena sarebbe veder scappare via le due contendenti al quarto posto.

Dunque fuori per ordine del mister i vari  Demme, Zielinski, Koulibaly e Mertens, tutti a rischio squalifica. Alla lista sarebbe da aggiungere anche il polacco Milik che invece sarà schierato in campo a comporre l’usuale tridente d’attacco con Insigne e Callejon. Rivoluzionare i collaudatissimi automatismi del reparto offensivo proponendo la doppia punta sarebbe quanto mai deleterio.

Spazio quindi al brasiliano triste Allan che agirà al posto di Piotr Zielinski. Al posto del diffidato Koulibaly, a proteggere Meret (che ha finalmente sorpassato Ospina nella classifica di gradimento del mister) dalle folate ferraresi ci penserà l’ex Roma Kostas Manolas. Mentre per il mediano Demme sarà schierato l’altro acquisto invernale, lo sloveno Stanislav Lobotka.