Napoli, Giuntoli e la missione sfoltimento: ancora 9 gli esuberi in rosa

0
giuntoli
Cristiano Giuntoli, ad del Napoli. Foto da gonfialarete su concessione Creative Commons

Il Napoli affronta le sessioni estive di calciomercato con il medesimo diktat ogni volta: cedere prima di comprare. Sono molti ogni volta i calciatori che rientrano alla base dopo stagioni passate altrove e che però non rientrano dei piani tecnico-tattici azzurri. I cosiddetti esuberi.

Quest’anno, alla luce dell’immobilismo causato dal post lockdown e dalla difficile situazione economica, la missione sfoltimento appare ancora più difficile per Cristiano Giuntoli. La liquidità economica è poca, sia per il Napoli e sia per i club interessati ai giocatori del club azzurro.

Per tale motivo la maggior parte delle cessioni viene effettuata in prestito secco. Si tratta di un’operazione che non porta molti soldi nelle casse del club ma che quantomeno libera dei posti in rosa e riduce, seppur di poco, il monte ingaggi.

Come evidenziato nelle ultime ore dal Corriere dello Sport, sono ben 9 gli esuberi che ancora stanno aspettando di essere sistemati altrove. Alcuni di questi sono vicinissimi alla cessione, per altri invece pare non muoversi ancora nulla.

Gli esuberi del Napoli

Il più vicino alla cessione è Nikita Contini, il terzo portiere del Napoli ad un passo dal Crotone. Gennaro Tutino è da tempo in orbita Parma: il club emiliano però non ha ancora aumentato la propria offerta economica per arrivare a soddisfare le richieste del Napoli (circa 7.5 milioni di euro).

Gianluca Gaetano dovrebbe tornare in prestito alla Cremonese, dove già aveva militato lo scorso anno in Serie B disputando un ottimo campionato; Sebastiano Luperto potrebbe rimanere in Serie A, probabilmente in prestito all’Empoli.

Restano poi Palmiero, Zedadka e Machach, per i quali finora non vi è stato alcuno spiraglio per la cessione. Discorso diverso va fatto per Zanoli e Ounas. Il primo potrebbe rimanere alla corte di Luciano Spalletti dopo aver disputato un ottimo precampionato da terzino destro, il secondo invece viene valutato circa 20 milioni di euro ed ha parecchio mercato a seguito.