Napoli, infortunio più grave del previsto: il difensore starà fermo almeno un mese

0
fonte: google immagini contrassegnate per essere riutilizzate

È da 29 febbraio che il Napoli non mette piede in campo. La partita di Coppa Italia contro l’Inter e di campionato con l’Hellas Verona, infatti, sono state rinviata a causa dell’emergenza Coronavirus e fino al prossimo 3 Aprile non ci saranno partite.

Nell’ultimo allenamento del Napoliè da registrare un infortunio che porterà il giocatore a restare fuori almeno per un mese. Si è fermato Nikola Maksimovic. Nel corso della classica partitella d’allenamento, infatti, il giocatore ha rimediato un risentimento muscolare che a stare fermo per almeno trenta giorni.

Si tratta, però, di un infortunio che non ha fatto tremare più di tanto l’allenatore Gennaro Gattuso. In difesa, infatti, proprio nelle ultime ore ha recuperato un altro giocatore, un difensore che negli ultimi anni con la maglia azzurra ha fatto davvero qualcosa di straordinario: Kalidou Koulibaly.

Inoltre, il campionato di calcio in Italia sarà fermo almeno fino al prossimo 3 Aprile, quindi, Nikola Maksimovic avrà tutto il tempo per recuperare al meglio. Addirittura, si discute di uno stop alla Serie A. Il regolamento, comunque, parla chiaro in caso di sospensione definitiva. Fa fede, infatti, la classifica provvisoria al momento dello stop. In questo momento, quindi, i verdetti sarebbero chiari: lo Scudetto andrebbe alla Juventus; Lazio, Inter ed Atalanta in Champions League; Roma e Napoli in Europa League. In Serie B, invece, ci andrebbero Lecce, SPAL e Brescia.

Un’eventuale decisione del genere, comunque, porterebbe a numerose polemiche oltre che cause. Difficilmente, infatti, squadre come Lazio ed Inter accetterebbero un verdetto del genere, così come Lecce, SPAL e Brescia non accetterebbero la Serie B. Si tratta di una situazione che mai era accaduta in Italia. La questione sicuramente si affronterà nei prossimi giorni ma, già da ora, si può intuire il caos che si scatenerà.