Napoli-Inter, per entrambe nella calza dubbi ed emergenze di formazione

0
Koulibaly, difensore del Napoli, fonte Di Dariolucky - Opera propria, CC BY-SA 4.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=46780166
Koulibaly, difensore del Napoli, fonte Di Dariolucky - Opera propria, CC BY-SA 4.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=46780166

Il big match col quale si aprirà il 2020 calcistico porterà in dote a Napoli e Inter parecchi grattacapi e davvero poche certezze. Le due squadre , seppur con i dovuti distinguo, stanno vivendo un periodo non certo facile sotto il profilo della stabilità e questo incontro potrebbe essere davvero cruciale, se non deletereo, se non affrontato con la dovuta brillantezza.

Il Napoli di Gattuso non se la sta passando per nulla bene. I risultati rimangono piuttosto altalenanti ma quello che più preoccupa il tecnico calabrese sono le assenze a cui, per varie cause, dovrà cercare di ovviare. La difesa traballa ancora e una soluzione nel reparto offensivo è ancora lontana dall’essere trovata. Ma andiamo con ordine.

Kalidou Koulibaly continua nel suo lavoro differenziato per recuperare dalla distrazione di primo grado al bicipite femorale destro infortunatosi contro il Parma. Senza di lui la retroguardia azzurra schiererà forzatamente la quasi inedita coppia Manolas-Luperto. Problemi anche sulle fasce con Maksimovic e Ghoulam ancora lontani dalla forma migliore. Difficile vederli in campo lunedì.

Problemi anche per il folletto belga Mertens. L’attaccante, anche lui a parte, difficilmente potrà partire del 1′ contro i nerazzurri. Se convocato molto più probabile che sia del match a partita in corso. Difficile vedere al San Paolo anche Fabian Ruiz. La febbre delle ultime ore non promette niente di buono. Occhio a Elmas e Mario Rui, la diffida potrebbe costare carissimo e in caso di ulteriori sanzioni salterebbero l’incontro dell’undici gennaio contro la Lazio.

In casa Inter l’infermeria inizia a svuotarsi alla spicciolata. Ancora lontano il recupero per Barella, Sanchez e Asamoah, mentre tornano agli ordini di mister Conte i vari: Sensi, Godin e Gagliardini. Notizia degli ultimi giorni è il risentimento al retto femorale della gamba destra in cui è incappato Danilo D’Ambrosio. Al suo posto, sulla fascia destra, potrebbe essere scattata finalmente l’ora di Valentino Lazaro.