Napoli, Koulibaly, Ospina e Osimhen a rischio per il Leicester: la situazione

0
Victor-Osimhen
Fonte: Wikipedia

Non è una situazione facile quella legata al rientro dei nazionali nei rispettivi club, soprattutto per quanto riguarda quei giocatori che hanno disputato partite nelle cosiddette zone rosse. Le direttive delle varie nazioni sono varie e sarà molto difficile far combaciare tutte le normative con gli impegni calcistici previsti dal calendario ufficiale.

In particolar modo in casa Napoli, come ben spiegato dall’edizione odierna di Tuttosport, si presenterà questa spiacevole situazione legata al rientro dei nazionali in corrispondenza della partita con la Juventus e soprattutto dell’impegno di Europa League contro il Leicester.

In occasione di quest’ultimo infatti, il Napoli dovrà volare in Inghilterra, dove è prevista una quarantena di 10 giorni per chi è stato nelle zone rosse (Sud America ed alcune regioni dell’Africa). Applicando tali normative nazionali così, David Ospina, Victor Osimhen e Kalidou Koulibaly non potrebbero prendere parte alla partita.

Il match andrà in scena infatti il 16 settembre, quando saranno passati 8-9 giorni dal rientro dei calciatori precedentemente menzionati. Ovviamente si tratta di un problema che non interessa solo il Napoli e la partita con il Leicester.

La dirigenza azzurra comunque, per risolvere questa difficile situazione, è quotidianamente in contatto con la UEFA per capire il da farsi. La soluzione più probabile è rappresentata dall’emissione di proroghe speciali per i calciatori.