martedì, Marzo 5, 2024
Home Blog

Napoli, Koulibaly supplicò Sarri di lasciargli assistere alla nascita del figlio: l’aneddoto

Kalidou Koulibaly, difensore senegalese del Napoli, rilasciò anni fa una lunga intervista a The Players Tribune, intervista divenuta poi memorabile per un aneddoto quantomeno particolare. Protagonista dell’accaduto, insieme al calciatore azzurro, vi è Maurizio Sarri. Ecco dunque le parole di Koulibaly in merito.

La cosa più bella è che mio figlio è nato qui. Non mi scorderò mai di quel giorno perché è una storia pazzesca che riassume perfettamente Napoli. Mia moglie era andata in ospedale la mattina e quella sera avremmo giocato contro il Sassuolo in casa. Eravamo in sala video ed il mio telefono continuava a vibrare”.

“Di solito lo spengo ma ero preoccupato per mia moglie. Il nostro allenatore all’epoca era Maurizio Sarri. È un tipo molto intenso, quindi non volevo rispondere. Alla fine uscii di corsa, risposi al telefono e mia moglie mi disse: “Devi venire subito, nostro figlio sta arrivando”.”

“Allora andai da Sarri e gli dissi: “Mister, mi scusi ma devo andare. Sta nascendo mio figlio!”. Sarri mi guardò e mi rispose: “No, no, no. Ho bisogno di te stasera, Kouli. Mi servi davvero. Non puoi andare”. Gli dissi: “Sta per nascere mio figlio, mister. Faccia quello che vuole. Mi dia una multa, una squalifica, non mi importa. Io vado“.

“Sarri sembrava così stressato e fumava una sigaretta. Fumava, fumava e rifletteva e poi alla fine disse: “Va bene puoi andare in ospedale ma poi devi tornare per la partita stasera. Ho bisogno di te, Kouli!”.”