Napoli, Lorenzo Insigne sicuro: “La società ha comprato un giocatore di spessore”

0
L'attaccante Lorenzo Insigne dopo il goal del 1-1 in Inghilterra-Italia

Dopo la chiusura del calciomercato estivo è tempo di bilanci, con la SSC Napoli che si è distinta fuori dal campo non solo per gli acquisti messi a segno, ma anche per gli esuberi che sono stati piazzati e da cui sono arrivati tanti milioni. Ultimo Simone Verdi. Dall’attaccante azzurro, infatti, Aurelio De Laurentiis ha incassato 25 milioni di euro, grazie ad un prestito con obbligo di riscatto.

Tra le certezze in casa Napoli vi è sicuramente Lorenzo Insigne. L’attaccante partenopeo, infatti, è diventato il capitano dopo la cessione di Marek Hamsik ed è pronto a conquistarsi anche quei tifosi che hanno sempre dubitato di lui. Tuttavia, durante la partita contro la Juventus, il giocatore ha rimediato un infortunio muscolare.

Prima dell’inizio del campionato, Lorenzo Insigne ha rilasciato alcune dichiarazioni in cui ha parlato della squadra, esaltando un nuovo acquisto, Kostas Manolas: “Manolas? Ha capito subito i movimenti: d’altro canto, non gli mancano lo spessore e l’autorevolezza, che ha messo subito al servizio della squadra“.

Siamo l’anti-Juve? La Juventus ha cambiato allenatore, l’Inter, il Milan e la Roma anche: e allora penso che rispetto a questi club, il Napoli – che ha sempre Ancelotti in panchina – parta in vantaggio. Aggiungerei anche altro: ormai sono cinque, sei, per qualcuno anche sette anni che molti di noi giocano assieme. E allora io penso che si possa dire che ora siamo più vicini alla Juventus“.

Un ultimo pensiero sull’attaccante del Napoli: “Milik? Gli ho detto di stare tranquillo, è vero che gli piace giocare per la squadra, ma è più attaccante e deve pensare a segnare. Al resto provvediamo noi“.

Lorenzo Insigne, quindi, prima dell’inizio del campionato era sicuro della potenza della squadra partenopea. E da quanto si è visto nelle prime giornate si può ben sperare. Dopo un tonfo nel primo tempo contro la Juventus gli azzurri hanno dimostrato carattere portando la partita sul 3-3. Purtroppo, un autogol di Koulibaly ha rovinato la festa deglil azzurri.