Napoli: nasce l’Osservatorio Antiviolenza sulle Donne

L'associazione voluta da Federsociale provvederà all'assistenza psicologica e legale delle donne che hanno subito violenza

0
Foto di: Flickr

A Napoli nasce l’Osservatorio Antiviolenza sulle Donne voluto da Federsociale con la collaborazione di Giovani Imprenditori, Terziario Donna e la sezione di Napoli di Confcommercio Imprese per l’Italia.

Alle 10.30 di questa mattina c’è stata, a Piazza Carità, la presentazione che ha dato il via all’Osservatorio che provvederà a fornire assistenza sia psicologica che legale alle donne che ne avranno bisogno: “Attraverso alcuni sportelli, tanto virtuali quanto reali, all’interno delle aziende e nelle sedi istituzionali territoriali di Confcommercio, l’Osservatorio fornirà assistenza psicologica e legale a tutte le donne che ne faranno richiesta. Il luogo di lavoro spesso è il primo posto dove le donne che hanno subito maltrattamenti riescono a descrivere gli eventi che accadono loro. Necessario quindi mettere a disposizione uno strumento reale e concreto”, ha dichiarato Salvatore Isaia, presidente di Federsociale, “l’associazione potrà anche  costituirsi parte civile nei processi, fornendo assistenza legale a chi ha subito violenza. L’Osservatorio potrà avere l’importante funzione di promuovere e consolidare azioni di educazione sul tema della violenza di genere, fornendo inoltre un indispensabile ruolo di assistenza alle donne che hanno subito maltrattamenti.“, ha poi concluso.

Per Arianna Cavallo, presidente di Terziario Donna, invece, risulterà fondamentale anche fare prevenzione e informazione, affinchè le donne che ogni giorno subiscono abusi, anche nei luoghi di lavoro, trovino il coraggio di denunciare le loro realtà: “L’Osservatorio intende promuovere giornate di prevenzione e informazione su tutte le leggi vigenti e su come affrontare il fenomeno della violenza sulle donne”, ha annunciato, “Dobbiamo diventare un punto di riferimento e aiutare a rompere il muro del silenzio, è importante creare una cultura antiviolenza, il messaggio deve arrivare alle scuole“.

Alla presentazione erano presenti anche Federico Cafiero De Raho, procuratore capo della Repubblica di Reggio Calabria; Michela Rostan, Commissione Giustizia della Camera dei Deputati; Rosa Praticò, vicepresidente dell’associazione “Mai più violenza infinita”; Elisa Russo, presidente associazione “La forza delle donne” e altre personalità di spicco nella politica napoletana.