Napoli, nel 2020 la rivoluzione di ADL? I possibili sostituti di Ancelotti e dei senatori azzurri

0
Aurelio De Laurentiis e l'ammutinamento, fonte Flickr
Aurelio De Laurentiis chiamato a rispondere all'ammutinamento degli azzurri, fonte Flickr

L’ammutinamento post Salisburgo è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso. A seguito di tale decisione da parte dei calciatori, si è rotto il feeling tra il presidente Aurelio De Laurentiis, Carlo Ancelotti ed i leader della squadra, con quest’ultimi e l’allenatore che, quasi sicuramente, diranno addio nel nuovo anno.

Il presidente azzurro, infatti, avrebbe deciso di fare una rivoluzione, con 6/7 cessioni importanti ed ingaggiando un nuovo allenatore. Per quanto riguarda quest’ultimo, molti sono i nomi accostati agli azzurri: Massimiliano Allegri, Gennaro Gattuso, Roberto De Zerbi, Simone Inzaghi. Il favorito, però, sembra Luciano Spalletti.

Passando ai calciatori, invece, terminerà questa stagione l’avventura di molti azzurri con la maglia del Napoli. I maggiori indiziati ad andare via, infatti, sono i leader della rivolta: Allan, Lorenzo Insigne, Dries Mertens, José Maria Callejon, Kalidou Koulibaly. Con loro, anche Piotr Zielinksi e Ghoulam potrebbero andare via.

In queste ultime settimane, la SSC Napoli starebbe già pensando ai nomi dei possibili sostituti: da Alessio Romagnoli per sostituire Koulibaly a Sander Berge o Frank Kessiè per prendere il posto di Allan nel centrocampo azzurro. Per quanto riguarda l’attacco, invece, la SSC Napoli ha già acquistato Hirving Lozano, il quale sarà il sostituto di uno dei partenti. Per l’attacco centrale, invece, De Laurentiis sogna il colpaccio Haland.

Per la fascia sinistra, invece, il Napoli sarebbe ritornato su Alex Grimaldo. Il giocatore è nel mirino di Cristiano Giuntoli ormai da diversi anni e, già nel mercato di gennaio, potrebbe arrivare per sostituire Ghoulam. Di pochi giorni fa, invece, la voce circa uno scambio Florenzi-Hysaj per rinforzare la corsia destra della difesa.