Napoli, nessun permesso speciale ai suoi calciatori: Ospina aveva provato a tornare in Colombia

0
David Ospina
Fonte foto: Di Ed g2s - Opera propria, CC BY-SA 4.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=71595086

L’edizione odierna de Il Mattino racconta come il Napoli non abbia concesso alcun permesso speciale ai propri tesserati per evadere la quarantena e tornare dai propri parenti. A dire il vero comunque, nessun azzurro ha provato a tornare nella propria patria, eccezion fatta per il portiere David Ospina.

Ospina infatti nei giorni scorsi aveva provato a tornare dalla sua famiglia in Colombia, salvo poi rimanere in Italia dopo non esser riuscito a trovare alcun volo disponibile per la meta desiderata. Nessuna eccezione alla quarantena in posta dall’Italia ed, in particolar modo, dalla Campania. I calciatori del Napoli continueranno ad allenarsi ma lo faranno ovviamente ciascuno a casa proprio.

In direzione opposta sono state invece le decisioni prese dalla Juventus. La società bianconera infatti ha elargito permessi speciali ai propri giocatori. Ciò è accaduto nonostante proprio tra i calciatori de La Vecchia Signora sia stato registrato il primo giocatore della Serie A positivo al Coronavirus, Daniele Rugani.

In tal senso quindi i permessi speciali concessi a Cristiano Ronaldo, Gonzalo Higuain, Sami Kedhira e Miralem Pjanic hanno fatto molto discutere. I suddetti calciatori infatti hanno lasciato Torino per raggiungere i propri cari nelle rispettive nazioni, infrangendo la quarantena causata dal recente contatto avuto con il proprio compagno di squadra Daniele Rugani.