Napoli, nessuna chance per Gattuso di rinnovo: Osimhen abbattuto dall’addio del suo mentore

L'addio di Gattuso lascia esterrefatto il bomber Osimhen. Il suo sì al Mapoli in estate arrivò proprio per la voglia di Ringhio di averlo con sé in azzurro. Ora la cessione potrebbe aprire una crepa nel rapporto col club.

0
Victor-Osimhen
Fonte: Wikipedia

Le strade di Gattuso e del Napoli si separeranno all’indomani dell’ultima gara di questo campionato. Una decisione che non cambierà neppure in caso di approdo in Champions League, obiettivo stagionale per eccellenza e a tratti ritenuto irraggiungibile dallo stesso club. La primavera strepitosa degli azzurri non basterà per riconfermare Ringhio che in estate farà fagotto e scriverà altrove il proprio destino.

De Laurentiis è stato duro come non mai sulla questione Gattuso. Il patron del Napoli, nonostante i fantastici risultati arrivati col calabrese al timone della squadra, non sottoporrà alcun rinnovo all’ex bandiera rossonera. Alla base della decisione ci sarebbero pareri troppo discordanti sulla gestione della squadra e la voglia di affidarsi a mani più esperte.

In passato proprio quella voglia non portò poi tanta fortuna ai partenopei che pure poterono contare su due colonne del calcio continentale come Benitez e Ancelotti, eppure De Laurentiis è sicuro: il Napoli ha bisogno di una figura che possa portarlo ai livelli delle grandi d’Europa. Una volontà che di fatto taglia ogni possibilità di rinnovo con Gattuso che, dal canto suo, aveva chiesto al proprio procuratore Mendes di rimandare ogni decisione sul futuro, in attesa di un segnale da parte del Napoli.

Il divorzio si consumerà non senza complicati effetti sulla squadra. Chi davvero piangerà lacrime amare per l’addio del coach sarà senza dubbio Victor Osimhen. L’attaccante nigeriano ha vissuto nel suo primo anno a Napoli una vera e propria montagna russa di emozioni. Osannato ai primi gol, condannato per lo stile di vita troppo eccentrico e la penuria di risultati in inverno, è riuscito poi a riconquistare l’amore del tifo attraverso le ultime prestazioni con le quali ha portato in doppia cifra il proprio bottino. Tutto sotto l’attento e amorevole sguardo di Gattuso.

 Fu proprio il calabrese a fare da scudo al nigeriano quando le critiche piovevano da tutte le direzioni. Allo stesso tempo fu sempre il mister a pungolarlo quando con insolita pigrizia ciondolava in campo senza verve né impatto sul gioco. Scrive a tal proposito il Corriere del Mezzogiorno “Gattuso ha spinto per Osimhen, condividendo la missione di Giuntoli, che ha convinto De Laurentiis a realizzare il grande investimento. Ringhio ha parlato con Victor al telefono durante il lockdown per convincerlo. Quando Osimhen percepisce la prospettiva del saluto a Gattuso a fine stagione, è tra i più delusi di uno spogliatoio che ha sempre remato nella stessa direzione dell’allenatore”.