Napoli, Osimhen ancora infortunato ma non è più la spalla. Crotone e Real Sociedad a rischio

0
Victor-Osimhen
Fonte: Wikipedia

Continua il periodo buio di Victor Osimhen, alle prese con un infortunio che non smette di creare problemi e che impedisce al giocatore nigeriano di scendere in campo dallo scorso 14 novembre. L’ex centravanti del Lille è rimasto fermo dopo uno scontro in cui ad avere la peggio è stata l’articolazione della spalla. Eppure sembra che adesso il problema non sia più quello ma un dolore intenso e invalidante al braccio. Cosa è successo?

A sentire lo staff sanitario del Napoli pare che siano state le stesse manovre fisioterapiche a cui il giocatore si è sottoposto a creare il disagio al braccio. A svelarlo ci ha pensato il giornalista partenopeo Ciro Venerato ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli: “La situazione di Victor Osimhen è molto delicata. Mi è arrivata una notizia esclusiva. Il problema non è più la spalla, ma il braccio. Quando si è infortunato si è toccato un nervo del braccio, quindi l’arto fa male e gli crea problemi di mobilità. E’ infiammato e ci vorrà più tempo per recuperare!”. 

Una notizia che ha gettato nello sconforto anche lo staff tecnico di Gattuso che dovrà fare a meno dell’attaccante per ancora diverse settimane. Dopo aver saltato gli impegni contro Milan, Rijeka, Roma e AZ Alkmaar, Osimhen dovrà continuare a guardare dal divano i suoi compagni anche contro il Crotone e la Real Sociedad ma potrebbe non bastare a recuperare a pieno dall’infortunio.

Spiega ancora Venerato: “Con la Sampdoria vediamo, ma penso che non riesca a rientrare per la sfida contro i doriani della settimana prossima. Infatti dal Napoli mi dicono che non ci sono tantissime possibilità di recuperare con la Sampdoria”.

Situazione complicata che rischia di rivalersi anche sul resto del pacchetto offensivo che sarà costretto agli straordinari non potendosi permettere cambi o diffide. Chissà se Gattuso opterà per un cambio di modulo che gli permetta di schierare soltanto due punte anziché le ordinarie tre al fine di risparmiare sforzi e avere un minimo di turn over nel reparto. Intanto domenica alle 18 bisognerà mettere altri 3 punti in carniere contro il Crotone per lanciare la sfida alle contendenti al titolo.