sabato, Luglio 20, 2024
HomeSportCalcioNapoli, Osimhen vuole restare in azzurro: la strategia di De Laurentiis

Napoli, Osimhen vuole restare in azzurro: la strategia di De Laurentiis

Victor Osimhen vuole restare a Napoli: ecco la strategia di Aurelio De Laurentiis secondo la Gazzetta dello Sport

Ci sono dei protagonisti di questa stagione del Napoli praticamente intoccabili. Per questo motivo il club azzurro spinge al rinnovo, come sta accadendo per Victor Osimhen e Khvicha Kvaratskhelia. La Gazzetta dello Sport ha analizzato la situazione di entrambi i giocatori e definito le strategie di Aurelio De Laurentiis.

Voglia di restare a Napoli

Scrive il quotidiano sportivo che “al momento il nigeriano e il georgiano sono felici di essere a Napoli e manifestano l’intenzione di restarci oltre questa stagione. E anche il comportamento dei rispettivi procuratori – Roberto Calenda e Mamuka Jugheli – finora è stato trasparente e in sintonia con il club”.

Kvara è pronto ad allungare il contratto fino al 2028 con 2,5 milioni. Per Osimhen, invece, sono pronti Manchester United e Chelsea: “Ma al di là della barca di soldi che può far girare la testa a chiunque, oggi Osimhen non deve scappare da nulla: perché a Napoli sta benissimo”.

“La scadenza attuale del contratto è ancora abbastanza lunga, 2025, e mette al riparo il club da tentazioni. Ma Giuntoli è pronto a sedersi con Calenda in estate, perché se Victor resterà si punterà a prolungargli almeno di un anno il contratto. Il centravanti è già fuori i parametri fissati da De Laurentiis (non più di 3,5 milioni di euro netti a giocatore): con i 4,5 percepiti, che potrebbero lievitare un po’ con bonus ricchi, che consentirebbero al giocatore di restare tranquillo e al club di sottoscrivere un rinnovo, sfruttando ancora il “decreto crescita” sulla defiscalizzazione, perché Victor ha avuto una figlia in Italia e può acquistare un appartamento di residenza, condizioni fissate dalla legge” si legge sul quotidiano.

Valentina Sammarone
Valentina Sammarone
"Giornalismo è diffondere ciò che qualcuno non vuole si sappia; il resto è propaganda. Il suo compito è additare ciò che è nascosto, dare testimonianza e, pertanto, essere molesto." (Horacio Verbitsky)
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

ULTIMISSIME