Napoli, parte la ricerca per il post Ancelotti: tre gli allenatori sul taccuino di ADL

0
Carlo Ancelotti| Fonte Google immagini: contrassegnate per essere riutilizzate

Alla luce del naufragio tattico e di risultati che il Napoli sta vivendo sotto la guida di Carlo Ancelotti, per la prima volta nella sua esperienza azzurra la posizione del tecnico di Reggiolo appare molto traballante. Certo è infatti che il patron del Napoli Aurelio De Laurentiis abbia iniziato a sondare il terreno alla ricerca del possibile sostituto per la panchina partenopea, se non da subito ma quantomeno per la prossima stagione.

La scelta comunque non è tra le più facili e le piste percorribili sono al momento molto limitate. In merito a tale situazione è intervenuto quest’oggi l’edizione odierna de Il Corriere dello Sport. Il giornale sportivo italiano ha analizzato le varie opzioni del club azzurro, individuando nello specifico tre profili.

I tre allenatori possibili per il post Ancelotti sarebbero: Gennaro Gattuso, Luciano Spalletti e Massimiliano Allegri. Non è comunque da escludere, oltre a questi nomi più gettonati, un ipotetico mister X. Tra le tre piste, quella più facilmente percorribile è al momento quella che porta a Gattuso. L’ex Milan infatti accetterebbe di buon grado la squadra azzurra, avendo poco o nulla da perdere. Dall’altra parte Aurelio De Laurentiis non dovrebbe dare un ingaggio altissimo all’allenatore.

La soluzione più esosa sarebbe Massimiliano Allegri. Il tecnico ex Juventus però difficilmente accetterebbe un progetto a stagione in corso e comunque non pare molto allettato dal Napoli per motivi societari. Difficilmente infatti la linea dirigenziale dettata da De Laurentiis potrebbe mai sposarsi con quella tecnica dell’allenatore livornese.

Tra le due opzioni un buon compromesso potrebbe essere Luciano Spalletti, sia da traghettatore che da allenatore per la prossima stagione. Per il tecnico ex Inter però bisogna risolvere il nodo della clausola di 6 milioni che lo lega alla società nerazzurra, uno scoglio economico al momento non indifferente per De Laurentiis il quale, in caso di esonero di Ancelotti, dovrebbe comunque continuare a pagare l’ingaggio a quest’ultimo.