Napoli, possibile addio di Insigne con l’arrivo di Lozano

0
L'attaccante Lorenzo Insigne dopo il goal del 1-1 in Inghilterra-Italia

In questa sessione di calciomercato estivo il Napoli ha deciso di mettere mano al portafogli. Sono oltre 100, infatti, i milioni spesi fino a questo momento da parte di Aurelio De Laurentiis, con il presidente pronto a chiudere altri colpi per rinforzare una squadra già forte.

Dopo Giovanni Di Lorenzo, Kostas Manolas ed Elif Elmas, il Napoli ha concluso un’altra operazione di rilievo chiudendo per Hirving Lozano. Per acquistare le prestazioni sportive del messicano, la SSC Napoli ha deciso di esercitare la clausola rescissoria del ragazzo, tramite un versamento immediato di 42 milioni di euro. Per il messicano, invece, un contratto di cinque anni a 4 milioni di euro a stagione.

Con il suo approdo in azzurro, Hirving Lozano scavalcherà tutti i suoi predecessori diventando il calciatore più costoso di sempre della SSC Napoli. Dopo di lui, Gonzalo Higuain, pagato 39 milioni di euro e Kostas Manolas, 36 milioni. Per quest’ultimo, però, bisogna considerare anche il trasferimento di Diawara alla Roma.

Con l’arrivo di Lozano, però, è in discussione il futuro di una stella della squadra, nonché capitano: Lorenzo Insigne. L’attaccante messicano, infatti, nonostante non faccia differenza tra sinistra e destra, predilige l’area di gioco in cui è già presente l’attaccante campano. È difficile, infatti, immaginare di relegare in panchina Hirving Lozano dopo aver speso 42 milioni di euro.

Per Insigne, infatti, nelle ultime ore si sarebbe aperta la possibilità di uno scambio con Mauro Icardi. Con il procuratore Mino Raiola, infatti, si sarebbe parlato di tale scambio. Negli ultimi anni, infatti, il capitano azzurro ha sempre sofferto il fatto di non essere amato particolarmente da parte della tifoseria, con reazioni anche plateali sul rettangolo verde di gioco. Un suo addio comunque, sarebbe davvero clamoroso.  Nonostante l’arrivo di Lozano, infatti, sarebbe una perdita importante per la società. Nelle ultime quattro stagioni, infatti, Insigne ha sempre raggiunto la doppia cifra nonostante la posizione in campo non da centravanti.