Napoli protagonista della 62esima edizione dei David di Donatello

15 nomination per Ammore e Malavita dei Manetti Bros e 11 per Napoli Velata di Ozpetek

0
Foto da pagina Facebook ufficiale Premi David di Donatello

Si terrà il prossimo 21 marzo la 62esima edizione dei David di Donatello, i più importanti riconoscimenti cinematografici sulla scena italiana. La manifestazione punta i riflettori sulle pellicole italiane uscite in sala tra il 1 gennaio e il 31 dicembre 2017, ma non chiude gli occhi alla scena internazionale, prevedendo infatti dei riconoscimenti per il miglior film straniero e per il miglior film dell’Unione Europea.

Nella giornata di ieri si è svolta presso la sede Rai di Viale Mazzini la conferenza stampa nel corso della quale sono state rese note le candidature per ogni categoria.
Un’edizione che si preannuncia all’insegna della napoletanità, con la città di Napoli e le sue mille sfaccettature al centro della scena: sono ben 15 infatti, le candidature ottenute dalla pellicola Ammore e Malavita dei Manetti Bros, mentre Napoli Velata di Ferzan Ozpetek ha ottenuto  11 nomination.

I vincitori delle 23 diverse categorie saranno decretati nel corso della manifestazione tramite varie votazioni da parte della giuria.

Categorie e Candidati

Miglior film:
A Ciambra, regia di Jonas Carpignano
Amore e Malavita, regia di Manetti Bros
Gatta Cenerentola, regia di Alessandro Rak, Ivan Capiello, Marino Guarnieri, Dario Sansone
La Tenerezza, regia di Gianni Amelio
Nico, 1988 regia di Susanna Nicchiarelli

Migliore regia:
A Ciambra, regia di Jonas Carpignano
Amore e Malavita, regia di Manetti Bros
La Tenerezza, regia di Gianni Amelio
Napoli Velata, regia di Ferzan Ozpetek
The Place, regia di Paolo Genovese

Migliore regista esordiente:
Brutti e Cattivi, regista esordiente Cosimo Gomez
Cuori Puri, regista esordiente Roberto De Paolis
Easy, Un Viaggio Facile Facile, regista esordiente Andrea Magnani
I Figli Della Notte, Regista Esordiente Andrea De Sica
La ragazza nella nebbia, regista esordiente Donato Carrisi

Migliore sceneggiatura originale:
A Ciambra, Jonas Carpignano
Amore e Malavita, Manetti Bros
La ragazza nella nebbia, Donato Carrisi
Nico, 1988, Susanna Nicchiarelli
Tutto quello che vuoi, Francesco Bruni

Migliore sceneggiatura non originale:
La guerra dei cafoni, Barbara Alberti, Davide Barletti, Lorenzo Conte, Carlo D’Amicis
La tenerezza, Gianni Amelio, Alberto Taraglio
Sicilian Ghost Story, Fabio Grassadonia, Antonio Piazza
The Place, Paolo Genovese, Isabella Aguilar
Una questione privata, Paolo e Vittorio Taviani

Miglior produttore:
A Ciambra, StayBlack Production, Jon Coplon, Paolo Carpignano, Rai Cinema
Ammore e malavita, Carlo Macchitella, Manetti Bros con Rai Cinema
Gatta Cenerentola, Luciano Stella e Maria Carolina Terzi per Mad Entertainment e Rai Cinema Smetto Quando Voglio Saga, Domenico Procacci, Matteo Rovere con Rai Cinema
Nico,1988 , Marta Donizelli e Gregorio Paonessa per Vivo Film con Rai Cinema, Joseph Rouschop e Valérie Bornonville per Tarantula

Migliore attrice protagonista:                                                                                   Come un gatto in tangenziale, Paola Cortellesi
Fortunata, Jasmine Trinca
Il colore nascosto delle cose, Valeria Golino
Napoli Velata, Giovanna Mezzogiorno
Sole Cuore Amore, Isabella Ragonese

Migliore attore protagonista:
Come un gatto in tangenziale, Antonio Albanese
Easy – Un viaggio facile facile, Nicola Nocella
La Tenerezza, Renato Carpentieri
Napoli Velata, Alessandro Borghi
The Place, Valerio Mastrandrea

Migliore attrice non protagonista:
Ammore e Malavita, Claudia Gerini
Come un gatto in tangenziale, Sonia Bergamasco
La tenerezza, Micaela Ramazzotti
Napoli Velata, Anna Bonaiuto
The Place, Giulia Lazzarini

Migliore attore non protagonista:
Ammore e Malavita, Carlo Buccirosso
Fortunata, Alessandro Borghi
La Tenerezza, Elio Germano
Napoli Velata, Peppe Barra
Tutto quello che vuoi, Giuliano Montaldo

Migliore autore della fotografia:
A Ciambra, Tim Curtin
Malarazza – Una storia di periferia, Gianni Mammolotti
Napoli Velata, Gian Filippo Corticelli
Sicilian Ghost Story, Luca Bigazzi
The Place, Fabrizio Lucci

Migliore musicista:
Ammore e Malavita, Pivio e Aldo De Scalzi
Gatta Cenerentola, Antonio Fresa, Luigi Scialdone
La Tenerezza, Marco Piersanti
Napoli Velata, Pasquale Catalano
Nico, 1988, Gatto Ciliegia Contro il Grande Freddo

Migliore canzone originale:
Ammore e Malavita,
“BANG BANG” MUSICA DI PIVIO & ALDO DE SCALZI TESTI DI NELSON INTERPRETATA DA SERENA ROSSI, FRANCO RICCIARDI, GIAMPAOLO MORELLI
Gatta Cenerentola,
“A CHI APPARTIENI” MUSICA E TESTI DI DARIO SANSONE INTERPRETATA DA FOJA
Riccardo va all’inferno,
“FIDATI DI ME” MUSICA E TESTI DI MAURO PAGANI INTERPRETATA DA MASSIMO RANIERI, ANTONELLA LO COCO
Sicilian Ghost Story,
“ITALY” MUSICA DI ANJA PLASCHG, ANTON SPIELMANN TESTI DI ANJA PLASCHG INTERPRETATA DA SOAP&SKIN
The Place,
“THE PLACE” MUSICA DI MARCO GUAZZONE, GIOVANNA GARDELLI, MATTEO CURALLO, STEFANO COSTANTINI, EDOARDO CICCHINELLI TESTI DI MARCO GUAZZONE, GIOVANNA GARDELLI INTERPRETATA DA MARIANNE MIRAGE

Migliore scenografo:
Ammore e Malavita, Noemi Marchica
Brutti e Cattivi, Maurizio Sabatini
La ragazza nella nebbia, Tonino Zera
La Tenerezza, Giancarlo Basili
Napoli Velata, Ivana Gargiulo
Riccardo va all’inferno, Luca Servino

Migliore costumista:
Agadah, Nicoletta Tarannta
Ammore e Malavita, Daniela Salernitano
Brutti e Cattivi, Anna Lombardi
Napoli Velata, Alessandro Lai
Riccardo va all’inferno, Massimo Cantini Parrini

Migliore truccatore:
Ammore e Malavita, Veronica Luongo
Brutti e Cattivi, Frédérique Foglia
Fortunata, Maurizio Fazzini
Napoli Velata, Roberto Pastore
NICO, 1988, Marco Altieri
Riccardo va all’inferno, Luigi Ciminelli, Valentina Iannuccilli

Miglior acconciatore:
Ammore e Malavita, Antonio Fidato
Brutti e Cattivi, Sharim Sabatini
Fortunata, Mauro Tamagnini
Nico, 1988 – Daniela Altieri
Riccardo va all’inferno, Paola Genovese

Migliore montatore:
A Ciambra, Affonso Goncalves
Ammore e Malavita, Federico Maria Maneschi
La ragazza nella nebbia, Massimo Quaglia
NICO, 1988 – Stefano Cravero
The Place, Consuelo Catucci

Miglior suono:
A Ciambra
PRESA DIRETTA, MICROFONISTA, MONTAGGIO: GIUSEPPE TRIPODI – CREAZIONE SUONI: FLORIAN FEVRE – MIX: JULIEN PEREZ
Ammore e Malavita
PRESA DIRETTA: LAVINIA BURCHERI – MICROFONISTA: SIMONE COSTANTINO – MONTAGGIO: CLAUDIO SPINELLI – CREAZIONE SUONI: GIANLUCA BASILI, SERGIO BASILI – MIX: NADIA PAONE
Gatta Cenerentola
PRESA DIRETTA: ANDREA CUTILLO – MONTAGGIO: TIMELINE STUDIO – CREAZIONE SUONI: GIORGIO MOLFINI, TIMELINE STUDIO – MIX: TIMELINE STUDIO
Napoli Velata
PRESA DIRETTA: FABIO CONCA – MICROFONISTA: GIULIANO MARCACCINI — DANIELE DE ANGELIS – MONTAGGIO: GIUSEPPE D’AMATO, ANTONIO GIANNANTONIO, DARIO CALVARI – CREAZIONE SUONI: GIUSEPPE D’AMATO, STUDIO 16 – MIX: ALESSANDRO CHECCACCI
Nico, 1988
PRESA DIRETTA: ADRIANO DI LORENZO – MICROFONISTA: ALBERTO PADOAN – MONTAGGIO: MARC BASTIEN – CREAZIONE SUONI: ERIC GRATTEPAIN – MIX: FRANCO PISCOPO

Migliori effetti digitali:
Addio Fottuti Musi Verdi, Chromatica – Wonderlab – Hite Division
Ammore e Malavita, Palantir Digital
Brutti e Cattivi, Autrechose
Gatta Cenerentola, Mad Entertainment
Monolith, Frame by Frame

David Giovani:
Gatta Cenerentola, regia di Alessandro Rak, Ivan Capiello, Marino Guarnieri, Dario Sansone
Gramigna – Volevo una vita normale, regia di Sebastiano Rizzo
Sicilian Ghost Story, regia di Fabio Grassadonia, Antonio Piazza
The Place, regia di Paolo Genovese
Tutto quello che vuoi, regia di Francesco Bruni