Napoli, Reina torna da avversario lì dove ha lasciato il cuore. Il papà: “A Napoli sa di essere amato”

Reina torna da ex nella sfida di domani al Diego Armando Maradona con la sua Lazio. I sentimenti che legano il portiere a questa terra non sembrano in discussione. Più tesi invece i rapporti con il patron De Laurentiis che non perse occasione per metterlo in cattiva luce negandogli poi il rinnovo e costringendolo ad andar via.

0
Fonte: Wikipedia

Ritorno in grande stile per l’ex portiere azzurro Pepe Reina che domani scenderà in campo per la prima volta da avversario con la Lazio. Lo spagnolo, 39 anni il prossimo agosto, ritroverà lo stadio in cui per tre stagioni ha da to forse il meglio di sé dopo gli anni della giovinezza al Liverpool, quelli da seconda linea nel Bayern Monaco e quelli della maturità da chioccia di Donnarumma al Milan.

A spendere forse le parole più belle è il papà del portiere iberico che ai microfoni di CalcioNapoli24 TV, ha spiegato: “In questo momento, dopo 22 anni di carriera, mio figlio si sta divertendo a giocare. Si trova molto bene con la maglia della Lazio. Napoli? Pepe torna a casa in un luogo dove sa di essere sempre amato. Gli spunta un sorriso ogni volta che torna a Napoli”. 

Eppure ci sarebbe anche chi non giurerebbe proprio in tutti questi buoni sentimenti tra il giocatore e il club. Almeno questo è ciò che sostiene il quotidiano sportivo Tuttosport che invece vorrebbe Reina col dente avvelenato e pronto a vendicarsi del trattamento subito negli ultimi sprazzi di carriera al Napoli

Domani – sostiene Tuttosport – “Reina torna a Napoli dove ha lasciato un pezzo di cuore. Quattro stagioni non si possono dimenticare. Con De Laurentiis però qualcosa si è rotto. Nel maggio 2017 il proprietario del club, durante la cena di fine stagione rilasciò dei commenti poco lusinghieri sui comportamenti extracampo del portiere. Un appunto che scatenò la reazione dello stesso Reina e di sua moglie Jolanda. Un epilogo che regala a Reina voglia di rivincita“.

Il quotidiano punta il dito proprio contro una serie di commenti e piccole vessazioni che avrebbe convinto poi il portiere spagnolo a lasciare il club alla fine della stagione 2017/2018. I continui complimenti a Meret nonostante un andamento non certo esaltante, il mancato rinnovo alla fine di un quadriennio piuttosto positivo ma soprattutto i commenti di ADL a margine di Napoli-Spal con cui spiattellò al mondo la voglia di vedere proprio il friulano tra i pali della squadra partenopea.