Napoli, rimangono da cedere tre esuberi e “mezzo”: la situazione

0
giuntoli
Cristiano Giuntoli, ad del Napoli. Foto da gonfialarete su concessione Creative Commons

L’edizione odierna de il Corriere dello Sport ha analizzato l’organico attuale del Napoli. In particolare parecchio interessante, arrivati a questo punto di agosto, è la situazione cessioni. Se infatti per quanto riguarda il mercato in entrata c’è poco movimento, parecchio lavoro si sta facendo in uscita.

Al momento gli esuberi definiti sono tre: Zedadka, Machach e Costa. Si tratta di giocatori che difficilmente potranno trovare spazio all’intero del progetto tecnico del Napoli. Discorso diverso invece va fatto per altre situazioni. Ad esempio, la probabile permanenza del giovane Zanoli sulla fascia destra potrebbe portare Malcuit ad essere inaspettatamente ceduto. All’inizio doveva essere lui il vice Di Lorenzo sulla fascia destra di difesa.

Per quanto riguarda il centrocampo invece, il giovane Palmiero appare vicino al Cagliari, con il club sardo che nell’ultimo periodo si è molto interessato al giovane azzurro. La sua cessione però è tutt’altra che scontata, soprattutto a causa dell’infortunio di Demme che ha inguaiato la situazione del centrocampo azzurro, sia dal punto di vista quantitativo che qualitativo.

Da capire rimane se la cessione degli esuberi possa comportare qualche acquisto last minute da parte del Napoli, oppure se si tratta di operazioni mirate solamente a sfoltire la rosa e di conseguenza il monte ingaggi.

La speranza del direttore sportivo Cristiano Giuntoli è quella di piazzare tutti gli esuberi prima della fine si questa sessione estiva di calciomercato. Non trattandosi di nomi pesanti comunque, le eventuali permanenze dei suddetti giocatori non rappresenterebbero un problema per le casse e per la rosa del club.