Napoli-Roma 0-0. Marika Fruscio dixit…

0
Napoli-Roma
Napoli-Roma
Se da una parte abbiamo il Napoli che spreca occasioni d’oro, peccando in cinismo e precisione..  dall’altra troviamo una Roma che applica uno strano modulo 10-0-0, non pertinente con le prospettive dell ambiente capitolino.
Ieri sembrava Verona-Napoli. Gli ospiti giallo-rossi son scesi in campo con un atteggiamento iper – difensivo, bloccando di fatto ogni varco ai giocatori azzurri e attuando un asfissiante pressing.
I ragazzi di Garcia hanno mostrato buon calcio solo nei primi 10 minuti, cercando in Salah e Dzeko la risoluzione dei  propri malanni stagionali…ma son proprio le due punte a deludere poichè è proprio l attacco romano ad essere pienamente insufficiente.L egiziano è impreciso e si spegne dopo pochi minuti di gioco, mentre Dzeko è troppo solo avanti  e troppo ben marcato da Koulibaly ed Albiol  per poter garantire la giocata giusta .La squadra è troppo impegnata in difesa per pensare all attacco .
La giocata giusta riesce a trovarla De Rossi ma il suo cross ha una traiettoria che va decisamente fuori dal campo.Il goal viene giustamente annullato.Dopo questo brivido è il Napoli a gestire la gara, avvalendosi di un gioco corto e rapido.I ritmi, sinceramente ,son molto più bassi rispetto al solito ma è comprensibile dato che il pressing della Roma è particolarmente asfissiante.
I giocatori chiave  azzurri vengono blindati.
Pjanic è una zecca su Jorginho che di fatto non riesce a costruire la manovra in mediana.
De Rossi e Nainggolan pressano costantemente Allan e Hamsik , mentre Manolas e Rudiger riescono ad innervosire per tutta la gara un insufficiente Higuain.
Il lavoro romano in fase difensiva è efficace su tutti e riesce a rallentare l offensività azzurra .Solo Hamsik riesce a svincolarsi e , nonostante il pressing avversario, risulta essere il migliore in campo.
Il capitano partenopeo riesce a sviluppare ottime giocate dal centro- sinistra e creare ottime collaborazioni e schemi con Insigne ed Higuain .La sua velocità ed  intraprendenza inoltre gli permettono di andare spesso vicino alla giusta finalizzazione , anche se manca un ingrediente…la precisione.
Stesso discorso vale anche per Insigne che , costretto ad indietreggiare per recuperare palloni giocabili,una volta palla al piede sbaglia l ultimo tocco.I tiri del folletto azzurro nn riescono a centrare l obbiettivo.
Si son verificate inoltre delle incomprensioni tattiche nel reparto offensivo : Higuain -Hamsik-Insigne, gran parte delle volte, nn riescono ad intendersi ed azzeccare i tempi giusti.
Chi non sbaglia ed è preciso, impeccabile  in campo è Koulibaly.
L uomo nero del Napoli è , con Hamsik,il migliore in campo.Riesce a tenere a freno Dzeko e riesce a far svegliare il S.Paolo con una magistrale veronica alla “Zidane“.E’ irruento, a volte commette qualche fallo evitabile, ma i suoi interventi di recupero palla  e le sue ripartenze son momenti di calcio ad alto tasso tecnico!!!Indispensabile per questo Napoli. Albiol , con Koulibaly di fianco,gioca decisamente meglio e garantisce sicurezza nel reparto .
RIPRESA:
Il gioco del Napoli,breve e veloce,costringe la Roma ad abbassarsi ed optare per un 4-2-3-1 variabile.
Gli azzurri cercano di costruire e creare occasioni attraverso i cross pericolosi di Ghoulam ma l ultimo tocco, la zampata di Higuain è sempre ostacolata dalla difesa romana, che nn lascia ossigeno al Pipita.
L unica alternativa per Gonzalo è quella di vestirsi da assist-man,cercando varchi e soluzioni giuste per i compagni più liberi in area.
Nasce cosi una buona occasione per Hamsik che però è poco preciso e sbaglia da posizione ravvicinata.
La partita finisce con uno 0-0. Ingiusto.