Napoli, senti Chiacchio: “La Roma ha scippato un baby calciatore agli azzurri, De Laurentiis potrebbe denunciare!”

0
De Laurentiis
Presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis

Domenico Musella, baby talento del Napoli, classe 2006, è stato tesserato dalla Roma. Secondo però Eduardo Chiacchio, avvocato esperto di diritto sportivo, si è trattato di una sorta di scippo. A detta dell’esperto infatti, la società giallorossa avrebbe sfruttato delle palesi lacune esistenti nel regolamento che legifera il mondo dei settori giovanili.

Per spiegare la situazione ed il suo punto di vista, Eduardo Chiacchio è intervenuto in diretta ai microfoni della trasmissione “Punto Nuovo Sport Show“, in onda sulla frequenza radiofonica “Radio Punto Nuovo“. Ecco le sue parole.

“Devo fare una premessa, tante società mi hanno riferito che quando devono tesserare un calciatore che ha militato con società del settore giovanile, chiedono una liberatoria. La liberatoria deve essere sottoscritta dinanzi al comitato regionale di appartenenza, viene scongiurata anche la questione delle firme false. Per una scuola calcio, allevare un calciatore, è un costo”.

“Oggi si verifica questo “scippo” un bassissimo coefficiente che viene considerato per il tesseramento. Queste norme le ratifica il consiglio federale, non voglio pensare che società che temano questi “scippi” possano incidere sull’elevazione degli importi.”

“Il legislatore, intervenuto tante volte anche in questa materia, penso ci voglia ben poco per sistemare la situazione. Se il Napoli sa che Musella è stato portato alla Roma attraverso gli uffici di un procuratore, può tranquillamente denunciare