Napoli- Shakhtar: 3-0, Marika Fruscio dixit

0

Il Napoli ha saputo stupire anche di fonte ad un S.Paolo semi vuoto. Dopo un primo tempo sottotono, lento, il Napoli nella ripresa prende in mano le redini della partita e sigla un tripletta che permette ancora di sperare in Champions.

La prima frazione di gioco non è stata spettacolare. Il Napoli ha sofferto il buon palleggio e l’intraprendenza degli ucraini, articolarmente offensivi. Lo Shakthar ha costretto gli azzurri nella propria metà campo, mantenendo alta la linea difensiva. Tyson è stata una spina nel fianco per i partenopei. Nonostante l’assenza di Koulibaly la difesa azzurra ha retto bene. Maggio ha disputato un ottima gara. Attento e preciso fino alla fine. Albiol, leader della retroguardia, ha concesso poco. Chiriches, nonostante il dolore alla spalla fa il suo dovere.

Delude Diawarà che in mediana perde troppi palloni ed è impreciso. Anche Hamsik è lontano dalla sua forma migliore ma Sarri continua a dare fiducia al capitano azzurro.

RIPRESA:

Nella ripresa è il Napoli ad essere padrone del campo, costringendo gli ospiti ad abbassarsi ed assumere un atteggiamento più difensivo che offensivo.

Insigne, il migliore in campo, si inventa un goal da manuale. Dopo un esaltante dribbling tra gli avversari il genio di Fratta insacca il pallone in rete con un destro a girare dai 20 metri. Un euro-goal spettacolare!!!

Il vantaggio e l’ingresso di Allan che crea superiorità numerica in mediana sveglia il Napoli. Gli ucraini subiscono il gioco e le accellerate azzurre anche se nn danno mai l‘idea di voler buttare la spugna.

Zielinsky, servito da Mertens, si mangia un goal fatto solo davanti al portiere. Becca male la palla che va alta sopra la traversa.

Occasione sprecata ma si fa perdonare poco dopo. Mertens, nei panni di assist -man, lo mette ancora in buona posizione tiro ed il polacco stavolta nn sbaglia.

Il tris lo sigla Mertens che ritrova la gioia del goal. Di testa, su azione di calcio d’angolo, il belga sorprende il portiere ucraino bravo precedentemente a deviare il tentativo pericoloso di Albiol.

Finisce 3-0 …il Napoli può ancora sperare …..L’avventura in Champions non è finita.