Napoli, Spalletti raddoppia: non più solo allenatore del club ma anche mediatore tra società e giocatori

Luciano Spalletti è l'uomo della provvidenza in questo nuovo Napoli. Allenatore, psicologo e mediatore tra le parti, il toscano è l'uomo su cui tutti puntano per un campionato e una Europa League da protagonisti.

0

La scelta tecnica che ha portato ad assumere come allenatore del Napoli, Luciano Spalletti sta ampiamente ripagando gli sforzi fatti. La società ha puntato su un tecnico di grande esperienza -anche internazionale- per dare un segnale forte a tutto l’ambiente. Seppur all’inizio accolto con diffidenza, l’ex Roma, Inter e Fiorentina, è però riuscito a conquistarsi la fiducia di tutto l’ambiente tanto da essere diventato per molti una specie di fratellone a cui esternare tutti i propri problemi.

Spalletti è diventato, dunque, il paladino dei propri giocatori che guardano a lui per risolvere anche questioni spinose come rinnovi contrattuali e maggior minutaggio per essere notati dai propri ct. Una ventata di novità in seno al club che ne giova anche e soprattutto a livello di prestazioni.

Come riporta il quotidiano “La Repubblica” nell’edizione odierna “Il nuovo tecnico si sta dando assai da fare per rasserenare l’ambiente e in ugual misura per chiarire le divergenze tra il club e i giocatori da troppo tempo separati in casa“.

La società e i giocatori hanno capito che divisi non si va da nessuna parte ed è un bene che all’appello abbia risposto presente pure Insigne, che ha rotto gli indugi e si è imbracato sul volo charter decollato da Capodichino, nonostante il dolore al ginocchio”, così conclude il quotidiano.

Dunque, tutti uniti per garantirsi un campionato ad altissimi livelli e una partecipazione in Europa League che possa anch’essa regalare forti emozioni e perché no, anche dolci soddisfazioni. Spalletti in questo nuovo ruolo da moralizzatore e di cuscinetto tra proprietà e rosa ci sta da dio.