Napoli, tifoso romano accoltellato a corso Umberto

0

La violenza tra gli spalti è la prassi, oramai. Ma, se ci siamo abituati alle risse che avvengono durante la partite di calcio, quando l’aggressione avviene per strada, rimaniamo ancora sconvolti.

E’ mattina. Il sole risplende su corso Umberto. Il bellissimo complesso architettonico che si trova nel centro di Napoli. Un ragazzo cammina per strada. Sul corpo, non abbastanza nascosto dai vestiti, ha un tatuaggio che inneggia alla squadra di calcio della Roma. Improvvisamente un altro giovane incappucciato si avvicina: non gli dice nulla e lo accoltella con un fendente al polpaccio.

La vittima, il tifoso romano, viene subito soccorsa e portata all’ospedale di Loreto Mare. Qui viene medicato. La ferita per fortuna è superficiale e in pochi giorni il ragazzo dovrebbe rimettersi completamente.

Sull’accaduto indagano gli agenti della Polizia di Stato. Durante l’interrogatorio, la vittima ha raccontato che prima dell’aggressione non c’è stato nessun diverbio o tentativo di rapina. A questo punto per gli inquirenti la pista più sensata è quella di una rivalità tra squadre. Un tatuaggio della Roma di troppo.